Assisi, incontro con sottosegretario finanze Enrico Zanetti

assisi, incontro con Zanetti e Lunghi

da Tonino Lunghi
Oggi, insieme alle dott.sse Patrizia Laloni e Patrizia Tedeschi siamo stati ricevuti dall’On. Enrico Zanetti al Ministero delle Finanze.

Tema dell’incontro era comprendere come il Ministero dell’Interno e di conseguenza quello delle Finanze definiscono i trasferimenti attribuiti ai singoli Enti e specificatamente il Comune di Assisi.

Nel 2010 i trasferimenti erariali ammontavano a € 5.747.794,67; nel 2011 risultavano pari a € 4.649.110,68.

Con il passaggio al Federalismo fiscale (anno 2011) il Comune di Assisi ha perso € 1.098.683,99.

Nel 2012 i trasferimenti statali sono stati di € 1.173.195,69 a causa dei forti tagli operati dal Ministero (vedi riduzione art.28 commi 7 e 9 del DL201/2011 – art.14, comma 2 del DL 78/2010 e non ultimo del taglio di gettito per IMU abitazione principale per € 2.377.943,58).

Nel 2013 con l’istituzione del Fondo di Solidarietà comunale il Comune ha beneficiato di € 821.859,96 a cui corrispondeva un prelievo coattivo dello Stato di € 2.933.922,66 pari al 30,745% del gettito IMU standard stimato nell’anno 2013 dal Ministro delle Finanze.

Nel 2014 il Fondo di Solidarietà comunale passa ad € 342.535,95 e la quota di alimentazione al Fondo di Assisi è pari ad € 2.914.619,61 pari al 38,22% del gettito IMU stimato nell’anno 2014 dal Ministro delle Finanze

Nel 2015 il Fondo di Solidarietà comunale diventa negativo ed è pari a – € 256.000 circa oltre la quota di alimentazione del Fondo che è pari ad € 2.915.518,45 cioè il 38,23% del gettito IMU.

La perequazione attuata dal Governo per distribuire le risorse dai Comuni più ricchi a quelli più poveri appare sproporzionata a sfavore del Comune di Assisi che rispetto ad altri comuni aveva già subito un forte taglio ai trasferimenti statali prima del passaggio al Federalismo fiscale nell’anno 2010-2011 e le disposizioni legislative che hanno previsto un mantenimento delle risorse assegnate ai comuni in seguito al federalismo non hanno fatto altro che peggiorare la situazione.

L’on Zanetti, che ringrazio per la pazienza e la disponibilità a recepire le nostre ragioni, si è impegnato a chiarificare i vari passaggi amministrativi che hanno determinato la situazione attuale.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*