Cristiano Riformisti: “la “Maestà” di Tordandrea lasciata nell’incuria!”

Tagliata fuori dai flussi turistici, è tra le frazioni dimenticate

Cristiano Riformisti: “la “Maestà” di Tordandrea lasciata nell’incuria!”
tordandrea

Cristiano Riformisti: “la “Maestà” di Tordandrea lasciata nell’incuria!”

“E’ il simbolo religioso più importante di Tordandrea! Il mio impegno affinchè la nuova Amministrazione si adoperi per reperire all’interno del bilancio di Previsione le risorse necessarie da destinare al restauro della “Maestà” di Tortandrea di Assisi”. E’ l’esortazione contenuta nel comunicato stampa da parte della candidata al Consiglio comunale tra le fila dei “Cristiano Riformisti” per le elezioni del 5 giugno. La Gabrioni punta il dito contro le precedenti Amministrazioni comunali ree “di aver lasciato nell’incuria quello che per i paesani rappresenta un pezzo di storia che va salvaguardata – è l’auspicio della candidata dei Cristiano Riformisti-, anche sotto un punto di vista culturale e turistico.

Consapevole delle difficoltà in cui versa il bilancio del nostro Comune – continua la Gabrioni – è necessario il coinvolgimento di enti non profit nel cofinanziamento di restauri che devono riguardare complessivamente – conclude il comunicato – la gran parte di questi simboli religiosi di cui sono ricche le frazioni di Assisi. Una delle criticità di Tordandrea – rimarca la riformista – è il fatto di essere tagliata fuori dai flussi turistici, benché vicina a Santa Maria degli Angeli, resi inesistenti – conclude la candidata – anche per via delle insufficienti politiche in materia di viabilità apportate dalle vecchie Amministrazioni”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*