Interdittiva antimafia, revoca licenza Hotel Subasio, Sindaco Proietti replica

Non c’è stata nessuna sospensione dell’interdittiva antimafia. Anzi...

Interdittiva Hotel Subasio, Tar, ha ragione , sindaco Proietti, legalità ripristinata

Interdittiva antimafia, revoca licenza Hotel Subasio, Sindaco Proietti replica Il Sindaco Stefania Proietti risponde in merito alle recenti notizie di stampa sulla revoca della licenza alla società che ha gestito lo storico hotel assisano a causa di interdittiva antimafia. “Il tema è certamente complesso, ma è necessario essere chiari soprattutto verso i cittadini, primo e nostro unico interesse. Non c’è stata nessuna sospensione dell’interdittiva antimafia. Anzi, il TAR dell’Umbria, in seguito al ricorso presentato dalla F.lli Catalano srl contro il divieto di prosecuzione di attività, ha pronunciato un decreto monocratico (cioè a firma del solo Presidente) disponendo una sospensiva provvisoria inaudita altera parte ovvero senza consultare il Comune di Assisi per fissare la trattazione collegiale il prossimo 7 settembre.

In tale data il Comune di Assisi” prosegue il Sindaco “che, di concerto con la Prefettura sta approfondendo ulteriormente tutte le sfaccettature della vicenda, ribadirà con forza la sua posizione: nessuno sconto verso soggetti che rappresentino rischi di infiltrazione o di condizionamento per il nostro tessuto sociale.

Sulla sicurezza e sulla legalità, oltre alla massima attenzione da parte dell’Istituzione comunale, è sempre attivo lo scambio di informazioni e il confronto con la Procura della Repubblica. In questo quadro sosteniamo l’operato della Dottoressa Loredana Capitanucci, presidente dell’II.RR.BB., con la quale siamo in piena sintonia, mettendo di certo in primo piano, nelle nostre azioni amministrative, anche il sostentamento economico della Casa di Riposo Andrea Rossi.”

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*