ASSISI, FINANZIAMENTI PER SCUOLA FRATE FRANCESCO E LAVORI FRANA IVANCICH

Scuola Frate Francesco
Scuola Frate Francesco
Scuola Frate Francesco

(umbriajournal.com) ASSISI – La Regione Umbria, su richiesta del Comune, ha assegnato 350.000 Euro per la valorizzazione strutturale e funzionale della scuola Media Frate Francesco. Il Sindaco Claudio Ricci e gli Assessori Lucio Cannelli (Lavori Pubblici) e Pubblica Istruzione (Francesco Mignani) ringraziano per l’attenzione posta dalla Regione nel quadro della valorizzazione dei 16 complessi scolastici di proprietà comunale (in questi anni migliorati, riqualificati e ampliati dal Comune di Assisi).

Il Sindaco Claudio Ricci, in merito alla frana Ivancich, ricorda che: dagli anni sessanta sono stati rilevati “movimenti franosi” e il Provveditorato (Ministero Lavori Pubblici) Umbria Toscana, responsabile amministrativo, ha riattivato il “sistema di monitoraggio” per tenere “sotto controllo”, in piana sicurezza, l’area. L’impresa che deve “concludere i lavori di consolidamento” (secondo stralcio) é pronta a iniziare le opere ma il Ministero dell’Ambiente deve “riscrivere a bilancio le risorse” andate in “perenzione” a causa di ricorsi e controversie fra Provveditorato e imprese incaricate della prima parte dei lavori.

Il Sindaco Claudio Ricci, unitamente all’Assessore Lucio Cannelli, Assessori e Consiglieri ha sollecitato, negli ultimi due anni, Ministri, Sottosegretari, Dirigenti dei Ministeri con manifestazioni, mozioni, lettere e decine di incontri. La scorsa settimana é stato sollecitato anche il responsabile nazionale della Protezione Civile Prefetto Gabrielli e ieri il Sottosegretario Lavori Pubblici Girlanda ha indicato come “prioritarie” le risorse necessarie per completare i lavori di consolidamento di una zona che include molte abitazioni a anche l’ospedale.

Il Sindaco si é anche reso disponibile a svolgere la funzione di “commissario di Governo” e/o gestire direttamente i lavori, come Comune di Assisi (utilizzando le risorse del Ministero), per “semplificare tempi e procedure”. Auspichiamo, entro qualche settimana, risposte “certe” in quanto la “serafica pazienza” del Comune e dei Cittadini é, ormai, conclusa.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*