Assisi, Sindaco e Amministrazione tifano per cittadini contenendo tasse

Pro Loco Viole, presentazione dell'opera di Italo Landrini
COMUNE DI ASSISI

dal Sindaco di Assisi, Claudio RICCI
Apprendiamo, attraverso Internet, cita il Sindaco Claudio Ricci, del “solito” foglio informativo dell’opposizione che, “tradizionalmente”, utilizzando parole poco eleganti (volendo essere cortesi), con titoli roboanti, indica dati non rispondenti ai fatti. Come tutti hanno capito, attraverso i mezzi di informazione, la crisi economica internazionale ha diminuito, notevolmente, le risorse per tutti i Comuni italiani tra cui Assisi: 5.2 Milioni € in meno, in soli due anni (dati certificati dagli uffici finanziari). Nel foglio informativo l’opposizione cita solo le cifre “in più” ma si “dimentica” delle tante “in meno” che, alla fine, producono un complessivo -5.2 Milioni € in due anni. Ovviamente le persone hanno ben capito che, malgrado questo, il Comune di Assisi, risparmiando il 10% della spesa corrente, é risuscito a: non applicare l’addizionale IRPEF posta a zero (uno dei rarissimi casi in Italia), a non applicare la tassa di soggiorno, a non aumentare le tariffe sociali come mense e trasporti scolastici e a non applicare la mini IMU sulla prima casa (come avvenuto in molti Comuni umbri e italiani). Amministrare é un “impegno per il servizio ai cittadini con alto senso di responsabilità” e continueremo ad assolvere a questo compito, sino alla fine della consigliatura 2011/2016, evitando accuratamente polemiche e cercando solo di fare.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*