Interdittiva Hotel Subasio Assisi Comune e Prefettura per ripristino legalità

Procedono speditamente le operazioni relative all’Hotel Subasio di Assisi

Interdittiva Hotel Subasio Assisi Comune e Prefettura per ripristino legalità  Si procede celermente e senza esitazione sull’esecuzione del provvedimento legato al pronunciamento del TAR. Il Comune di Assisi, che ha vinto il braccio di ferro sull’Hotel Subasio di concerto con la Prefettura di Perugia, costituitasi ad opponendum contro il ricorso della società F.lli Catalano s.r.l., ha dato immediatamente corso alla decisione del Tribunale, che rigettava la richiesta di sospensiva del provvedimento di divieto di prosecuzione di attività di albergo e di ristorazione.

Immediatamente nella mattinata odierna, una pattuglia della Polizia Municipale ha effettuato un sopralluogo per accertare che sia l’hotel che il ristorante non svolgessero più alcuna attività. Avendo riscontrato la chiusura dell’esercizio, ora si vigilerà affinché l’ordinanza emessa dal Comune venga in ogni modo rispettata. Contemporaneamente l’Amministrazione Comunale si è già attivata per valutare possibili soluzioni per ridare un futuro, per la prima volta dopo tanto tempo, dignitoso allo storico hotel assisano.

“Non ci sarà nessuna esitazione nel mettere in atto tutti i provvedimenti per mantenere la legalità nel territorio” – afferma il Sindaco Stefania Proietti. “Nessun timore per la Casa di Riposo Andrea Rossi, la cui presidente ha compiuto da tempo tutti gli atti necessari per tutelare l’istituto, che potrà continuare la sua attività di assistenza senza alcun tipo di problema legato alla vicenda Hotel Subasio. Sorprendono alcuni ex amministratori, oggi consiglieri di opposizione, che piuttosto che scusarsi con i cittadini per non aver vigilato in passato sulla legalità nel territorio (mancanza che ha portato alla situazione odierna), esternano dichiarazioni davvero risibili”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*