Successo per la cerimonia di presentazione del Kiwanis Club Assisi

ricci(assisioggi.it) ASSISI – Bel successo ha avuto la cerimonia di presentazione del Kiwanis Club Assisi “Pax et Libertas” e di consegna della Charter avvenuta sabato mattina 28 Settembre 2013 nella Sala della Conciliazione, sul piano nobile del palazzo Comunale di Assisi.
Successo dovuto alla calorosa accoglienza del nuovo Club da parte delle molte autorità kiwaniane, civili, militari e religiose, del mondo accademico, associazionistico, imprenditoriale, economico e finanziario, e del pubblico che gremiva la sala.
A determinare tale successo hanno contribuito il prestigio delle autorità e l’alto contenuto umano, sociale, etico e religioso dei loro interventi, e anche altri fattori, come il valore simbolico trasmesso con l’esposizione delle bandiere e dei banner che arredavano buona parte della stupenda, storica Sala della Conciliazione; l’impatto emotivo degli inni e il coro spontaneo dei presenti che ha accompagnato quello nazionale, con i quali il cerimoniere, Avv. Massimiliano Romagnoli, ha trionfalmente aperto l’evento, che ha condotto con grande eleganza e verve, esaltandone tutti gli aspetti.
E l’importante arricchimento culturale della Città di Assisi cui il nuovo club contribuisce, come ha detto l’Ing. Moreno Massucci, assessore del Comune di Assisi, intervenuto in rappresentanza del Sindaco Ricci , impegnato altrove per motivi istituzionali.
Con la consegna della Charter da parte del Prof. Carlo Turchetti Governatore del Kiwanis Distretto Italia San Marino al Cav. Rag. Vittorio Pulcinelli, Presidente, il Kiwanis Club Assisi “Pax et Libertas” è entrato ufficialmente a far parte della grande famiglia del Kiwanis International ricca, come ha ricordato il Prof. Antonio Maniscalco, Segretario del Kiwanis Distretto Italia San Marino, di oltre seicentomila soci che, in tutto il mondo, si dedicano alla protezione dei bambini e, più in generale, alle comunità bisognose.
Il Presidente Pulcinelli, nel suo intervento pronunciato dopo il primo tocco di campana, ha detto che al nome “Kiwanis Club Assisi” sono state aggiunte le parole “Pax et Libertas” – “Pace e Libertà”, perché per servire i bambini del mondo noi dobbiamo poter decidere di pensare, esprimerci ed agire senza costrizioni, nell’affermazione della giustizia,, consapevolezza, verità, comprensione, luce, amicizia, amore e saggezza.
Ha comunicato poi che per il primo anno sociale, che inizia il prossimo primo ottobre, il comitato direttivo del club ha messo in programma due service per le comunità locali, una serie di conferenze rivolte agli studenti delle scuole medie aventi per tema “Etica legale: perché si fanno le leggi e perché bisogna rispettarle”, e una conferenza aperta a tutti, avente per tema “La violenza sui minori tra le mura domestiche”.

Il Prof. Ennio Guerra, consigliere del Kiwanis Club Città di Castello, è intervenuto in rappresentanza del proprio club, di cui è Presidente la Dott.ssa Manuela Maio.
Di raffinata eleganza e di altissima valenza educativa il pensiero del Prof. Guerra espresso in un passaggio del suo intervento, quando ha rivolto un ringraziamento particolare al Kiwanis Club Assisi “Pax et Libertas” per aver onorato il Kiwanis Club Città di Castello con la richiesta di diventarne Satellite, al fine di essere aiutato e assistito nel percorso di costituzione appena iniziato.
Grande attenzione è stata riservata alla Prof.ssa Biancamaria Toccagni che ha partecipato nella duplice veste di Lgt. Governatore della Divisione Kiwanis Marche Abruzzo San Marino e di rappresentante della Dr.ssa Franca Fresi Stolfi, Presidente Distinta del Kiwanis Club San Marino.
Il nome di San Marino, antica terra della libertà, fa parte del nome ufficiale della nostra organizzazione che, infatti, si chiama, Kiwanis International Distretto Italia San Marino.
Il sottotenente dr. Davide Franco del Nucleo operativo radiomobile, che ha partecipato alla cerimonia in rappresentanza del Maggiore dr. Marco Sivori, Comandante della Compagnia CC di Assisi, nel suo indirizzo di saluto ha rilevato la similitudine tra le attività capillari svolte dalla Benemerita sul territorio nazionale e quella dei Club Kiwanis.
Il Rev. Mons. Peri, che è intervenuto in rappresentanza del Rev.mo Arcivescovo Domenico Sorrentino, Vescovo della Diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, nel suo paterno indirizzo di saluto, ha sottolineato come il Kiwanis sia vicino al Vangelo con la sua regola d’oro “Fai agli altri ciò che vorresti che gli altri facessero a te” e, con la sua mission “Serving the children of the worls”, vicino a Gesù che disse: “ Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me”.
Il Dr. Alberto Pardi, Lgt. Governatore della Divisione Kiwanis Umbria, ha evidenziato come i club della Divisione, dialogando fra loro e con le comunità locali, soprattutto mediante service importanti come la promozione del restauro della Chiesa templare di San Bevignate di Perugia (dell’undicesimo secolo) e quella recentissima fatta dal Kiwnis Club Città di Castello, con il sostegno del restauro dell’harmonium “Alexandre Pére & Fils” (fine XIX secolo), abbiano contribuito a una maggiore sensibilizzazione delle comunità stesse alle problematiche minorili e siano riusciti ad aumentare il numero dei propri soci.
Il Governatore Turchetti, nel suo intervento dopo la consegna della Charter, ha messo in risalto come il Kiwanis sia la più grande associazione tra quelle che operano in favore dei bambini nel mondo, delle quali ha evidenziato l’importanza.
Il Kiwanis International si distingue, infatti, con iniziative che costituiscono fiori all’occhiello di simili organizzazioni internazionali, come il service Eliminate, con il quale si è prefisso di sradicare nel mondo il tetano materno e neonatale.
Il Kiwanis Distretto Italia San Marino, attraverso l’Unicef, è uno dei massimi erogatori di contributi a livello mondiale.
L’obiettivo del Distretto per il prossimo anno è quello di affrontare il nuovo problema nazionale: l’obesità infantile.
Il prof. Turchetti ha voluto anche manifestare la sua ammirazione per la bellezza della storica Sala della Conciliazione, sede della cerimonia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*