Tariffe Tari calcolate correttamente, Comune Assisi, nessun errore

prevista l'applicazione del metodo normalizzato (Dpr 158/99)

Tariffe Tari calcolate correttamente, Comune Assisi, nessun errore

Il Comune di Assisi ha correttamente effettuato il calcolo della Tari negli avvisi di pagamento inviati ai contribuenti.
Con riferimento,in particolare, alla questione della applicazione della “quota variabile” Tari, sollevata dalla risposta all’interrogazione parlamentare del 18 ottobre scorso e che in questi giorni sta occupando le pagine dei giornali, si evidenzia che il nostro Ufficio nel calcolo ha considerato una sola quota variabile per le utenze relative all’abitazione ed alle pertinenze, quali garage, cantine ,box auto ecc.

Dal 2014 , con il passaggio alla Tari, è prevista l’applicazione del metodo normalizzato (Dpr 158/99) distinguendo la quota fissa, correlata alla superficie degli immobili occupati ed al numero dei componenti del nucleo familiare, dalla quota variabile collegata solo al numero degli occupanti.

Le tariffe Tari sono state correttamente riferite all’”utenza”, comprensiva delle pertinenze , applicando un’unica quota variabile, evitando così di incorrere nell’errore,che è stato riscontrato dal Mef in altri Enti e, soprattutto, non sono stati richiesti ai cittadini pagamenti di somme -a titolo di Tari -superiori al dovuto.

dpr-158-1999_28590

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*