Realtà Popolare Assisi, la strada intrapresa è giusta!

In questo momento Realtà Popolare, nella corsa al rinnovo del consiglio comunale di Assisi, si trova nettamente in salita

Realtà Popolare Assisi, la strada intrapresa è giusta!

Realtà Popolare Assisi, la strada intrapresa è giusta!

da Giampiero Tamburi (Segretario Nazionale Realtà Popolare)
Gli articoli che in questi giorni si leggono nei vari giornali locali sulle vicende politiche che investono Assisi, confermano, in modo inequivocabile, che la strada intrapresa da Realtà Popolare, anche se assolutamente non auspicata, è stata, ed è, la più giusta da percorrere.

Le decisioni prese, mio malgrado, sono state necessarie per non perdere la stima di quanti credono che in nostro Movimento possa, con i suoi principi ed i suoi obbiettivi, essere protagonista nelle varie comunità ed essere protagonista nel portare una voce nuova per proporre una politica che tenga veramente conto delle esigenze reali della comunità stessa e, nel contempo, mettere in luce le enormi contraddizioni di coloro che si definiscono politici e che portano avanti strategie, nel modo più sbagliato possibile, senza un pur minimo confronto con le realtà che li circonda e, soprattutto, senza tenere minimamente presente le aspettative della società di cui fanno parte ed a cui, prima o poi dovranno renderne conto.

In questo momento Realtà Popolare, nella corsa al rinnovo del consiglio comunale di Assisi, si trova nettamente in salita ma più della convenienza del momento conta la salvaguardia di una dignità, motivo che è alla base della sopravvivenza stessa del mostro Movimento, come dovrebbe esserlo per qualsiasi partito o politici degni di questo nome.

Le vicende passate, ripeto: dolorose ma necessarie, ci pongono difronte ad un bivio di fondamentale importanza: rinunciare o no alla tornata elettorale della primavera prossima? Certamente, attualmente, non siamo nella migliore posizione per una campagna elettorale che possa portare a quei minimi risultati che dovrebbero garantirci un minimo successo ma, non per questo, Realtà Popolare intende abbandonare il campo ma seguitare, come è logico, ad essere un punto di riferimento politico per Assisi, come per ogni altra parte del territorio nazionale.

Anche se, come è stato detto, la strada è in salita, non possiamo e non abbiamo il diritto di rinunciare a riorganizzarci per dare nuovo vigore a quei principi che ci distinguono ed alla realizzazione degli irrinunciabili obbiettivi da raggiungere a tutti i costi. Riorganizzarci significa, in definitiva, trovare un nuovo Coordinatore comunale che ci possa rappresentare nel territorio del Comune di Assisi e che sia capace di mettere in pratica le ideologie che da sempre ci distinguono. Un fatto è certo: anche se non riusciremo a far parte del nuovo Consiglio Comunale, il nostro impegno, nei cinque anni che seguiranno, sicuramente non mancherà.

Saremo sempre presenti, in ogni occasione possibile, a far sentire la nostra voce e, dove ce ne sia il bisogno, a denunciare tutto ciò che non soddisfa le esigente della collettività, portando il nostro contributo con proposte concrete e coerenti per una buona amministrazione della cosa pubblica.

Realtà Popolare Assisi

Print Friendly

1 Commento su Realtà Popolare Assisi, la strada intrapresa è giusta!

  1. Gli propongo come coordinatore la signora Travicelli che lei conosce molto bene: ora è senza casa e senza identità!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*