Proietti, mettiamo fine a logiche clientelari

ieri sera incontro tra alcuni candidati a sindaco a Petrignano

Proietti, mettiamo fine a logiche clientelari

Proietti, mettiamo fine a logiche clientelari

≪La legalità è condizione imprescindibile per lo sviluppo di un territorio e il benessere dei cittadini: le Istituzioni, e anche l’Istituzione Comunale, devono esserne garanti. È importantissimo vigilare sui beni pubblici, sul rispetto delle norme e regole che disciplinano il corretto svolgersi delle attività imprenditoriali e commerciali. Il tessuto sano non può essere compromesso e offeso da singoli casi, fortunatamente, isolati. Dobbiamo restituire ai cittadini≫ dice Stefania Proietti ≪un contesto ‘rigoroso e pulito’. I provvedimenti di cui Assisi è stata oggetto e di cui la stampa ha dato notizia nei giorni scorsi sono di estrema gravità. Serve una vigilanza maggiore, se i controlli non sono avvenuti non mi sorprende che vi siano situazioni “opache”. Il primo atto della nuova amministrazione sarà quello di chiedere chiarimenti sulla consistenza del fenomeno e mettere in atto ogni azione per combattere con forza qualsiasi tipo di infiltrazione malavitosa e prevenire in ogni modo l’infiltrazione di attività illegali nel nostro territorio≫. 

≪Noi promuoveremo una cultura del lavoro incentrata sulla legalità≫ prosegue Stefania Proietti ≪respingendo con determinazione e sul nascere ogni tentativo di infiltrazione malavitosa. Su questo la nostra condotta sarà netta: il nome di Assisi non merita di essere associato a situazioni opache. Qualcuno dovrà delle spiegazioni ai cittadini, quantomeno sul piano politico≫. Anche durante il confronto tra i candidati tenutosi ieri sera a Petrignano Stefania Proietti ha ribadito l’importanza di una azione politica che punti senza esitazione alla trasparenza e alla legalità: ≪per fare questo≫ ha affermato Stefania Proietti ≪vanno messe al centro di un nuovo progetto politico per Assisi, le persone, in particolare i più fragili, le famiglie, il lavoro, e vanno combattute le disuguaglianze che favoriscono insicurezza e illegalità, generando terreno fertile per infiltrazioni criminali≫.

Stefania Proietti ha ribadito quanto già affermato sabato 28 maggio durante l’incontro con il Sottosegretario agli Interni Giampiero Bocci al quale hanno partecipato la Presidente dell’Assemblea Legislativa Donatella Porzi ed i consiglieri regionali Luca Barberini ed Andrea Smacchi. Il sottosegretario Bocci aveva affermato che “non va tutto bene come qualcuno ripete”, la situazione attuale non va sottovalutata. Anche Assisi ha sottoscritto il “Protocollo d’Intesa per la Legalità e la Prevenzione del tentativo di infiltrazione criminale”. Tuttavia anche nei comuni ove il protocollo è stato siglato non possiamo abbassare la guardia perché sappiamo che le infiltrazioni criminali mafiose cercano, in maniera crescente, di affermarsi anche al di fuori di territori di origine. Tutte le azioni di prevenzione devono essere attivate per impedire che la malavita si insinui nell’economia legale di questo splendido territorio≫.

Ufficio Stampa Proietti Sindaco

Print Friendly

6 Commenti su Proietti, mettiamo fine a logiche clientelari

  1. Mi sembrava di aver detto qualcosa anche io, forse era meno interessante . È bello credere ancora alla par condicio. Grazie Direttore

  2. Peccato dover sottolineare che il PD umbro, secondo il famoso libro di Claudio Lattanzi, “I Padrini dell’Umbria”, sembra aver dimenticato i propri “impicci” tutt’altro che legali.
    Chissà se occorre ricordarlo ai cittadini.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*