Assisi, Torna la colletta della Ceu

ASSISI – Torna domenica 4 maggio la quinta colletta nelle Chiese umbre per sostenere il Fondo di solidarietà della Ceu. Ed anche la Caritas della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino sollecita le proprie comunità, attraverso i parroci e le comunità religiose, a fare la propria parte con la raccolta delle offerte che verranno donate per aiutare poveri e bisognosi. Dal 2009 ad oggi il Fondo ha raccolto 2.910.932,91 euro, ha effettuato 1.997 interventi in tutta la regione con un impegno di 2.774.100 euro e su scala regionale sono ancora disponibili 136.832,91 euro. “Ben 81 interventi – scrive padre Vittorio Viola, direttore della Caritas diocesana – hanno riguardato la nostra diocesi con un impegno di 95.900 euro.

Sono ancora disponibili 5.200 euro. Nel continuare a sostenere l’iniziativa – sottolinea ancora padre Vittorio – non vogliamo dimenticare la finalità educativa che nell’istituire il Fondo i nostri vescovi indicavano come prioritaria. La crisi economica è un’occasione di riflessione: ci richiama al dovere di praticare la gratuità e la necessità di cambiare gli stili di vita per promuovere una società più sobria, equa e solidale. Quindi non sobrietà fine a se stessa, ma sobrietà per la condivisione solidale dei beni. Siamo consapevoli che il Fondo di solidarietà non è in grado di risolvere la grave e persistente situazione di crisi occupazionale ed economica del nostro territorio – aggiunge ancora – ma vuole essere un concreto segno di prossimità verso coloro sui quali tale situazione pesa maggiormente”. L’invito, rivolto ai parroci è “a motivare le comunità cristiane a partecipare con generosità e impegno alla quinta colletta che si terrà per la nostra diocesi”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*