Primi d'Italia

Editoria tattile illustrata “Tocca a te!” al Serafico di Assisi, i vincitori

“Tana” di Lucia Macchiarini si aggiudica il Premio come Miglior libro tattile italiano

Editoria tattile illustrata “Tocca a te!” al Serafico di Assisi, i vincitori

Editoria tattile illustrata “Tocca a te!” al Serafico di Assisi, i vincitori  

ASSISI – Sono stati proclamati questa mattinai vincitori della IV° edizione del Concorso Nazionale di Editoria Tattile “Tocca a Te!”, che si è svolta, dal 16 al 18 giugno, all’Istituto Serafico di Assisi, centro specializzato nella riabilitazione, educazione e inserimento sociale di bambini e ragazzi con disabilità fisiche, organizzata insieme alla Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus, la Fondazione Robert Hollman, con il patrocinio del Comune Di Assisi e della Regione Umbria.

Alla consegna dei premi erano presenti, tra gli altri, Francesca Di Maolo, Presidente dell’Istituto Serafico di Assisi, Rodolfo Masto Presidente della Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus,Maria Eleonora Reffo Direttrice della Fondazione Hollmann oltre a Regione Umbria rappresentata dall’assessore Antonio Bartolini e Giuseppe Chianella e il Comune di Assisi con il Sindaco Stefania Proietti e l’assessore Claudia Travicelli. Tra i presenti anche il vescovo, Domenico Sorrentino.

Le due giurie, Senior e Junior, si sono riunite a porte chiuse per giudicare i 246 bozzetti di libri tattili iscritti al concorso: dopo aver esaminato attentamente tutte le opere, i giurati hanno scelto i 5 testi vincitori dell’edizione 2017. Il titolo di “Migliore libro italiano” è andato a “Tana” della toscana Lucia Macchiarini, un libro meraviglioso sul mondo animale che si compone oltre al testo nero – braille, di immagini in rilievo realizzate con diversi materiali per aiutare il lettore con deficit visivo a comprendere meglio la storia, grazie all’ausilio delle illustrazioni. L’opera della Macchiarini ha riscosso molto successo tra i giurati al punto da ricevere, direttamente dalle mani del presidente dell’Istituto Serafico di Assisi Francesca Di Maolo, anche la “Menzione Speciale Serafico”in quanto miglior libro sulla pluridisabilità.

Ad aggiudicarsi, invece, il premio come “Miglior Libro d’artista” in memoria di Mauro L. Evangelista,è stataFrancesca Zoboli con il “Piccolo Circo”, dedicato al mondo circense: protagonisti il clown, i trapezisti, i giocolieri, il domatore di leoni, l’equilibrista e così via. Il tutto sempre realizzato seguendo le regole principali alla base di un buon libro tattile: doppia scrittura (Nero – Braille) e immagine tridimensionale che permette una facile interpretazione della storia anche al passaggio delle dita sopra. Il premio come “Miglior libro Giuria giovani”è andato a “Anche i microbi fanno le puzzette” realizzato da Raffaella Pellegrinimentre per la categoria giovania vincere il titolo di “Miglior libro didattico – Premio I.Ri.Fo.R. Umbria” è stato“… E musica sia” di MariaGrazia Iacobucci; quinto riconoscimento per il genere primissima infanzia (3-6 anni) è stato conferito a “Un giorno con le mani in tasca”, di Silvia Sasso.

Oltre alla menzione speciale “Serafico”, le due giurie hanno scelto di consegnarea “ARTE DEL ‘900” della Scuola Media Bonfigli di Corciano (PG), laMenzione Speciale Patrimonio Culturale (Sed) in quantomiglior libro volto ad agevolare l’accessibilità al patrimonio culturale, museale o del territorio. Con la motivazione di miglior libri rappresentativi del lavoro svolto con passione e competenza da chi lavora ogni giorno a contatto con la realtà della disabilità si è deciso di dare la Menzione Speciale“Libro del Cuore”a ben tre opere in gara: “L’Italia e le sue 20 regioni” realizzato dai detenuti dell’Istituto di Pena di Nuoro; “Un prato fiorito” dell’Associazione Foglia Colori di Foligno e “I diritti a portata di mano” della Scuola d’infanzia Cassiani di Maranello.

 Vorrei, innanzitutto, complimentarmi con i vincitori di questa edizione, che hanno realizzato dei capolavori che meritano di essere ammirati e apprezzati da tutti. Sfogliando le pagine si vede l’impegno che hanno messo in questo progetto che ha richiesto molta fantasia, attenzione e cura per i particolari, nonché una certa manualità e pazienza.Ora vi aspetta un altro importante appuntamento quello con Typhlo&Tactus, il concorso internazionale di editoria tattile illustrata, a ottobre in Francia, dove rappresenterete l’Italia. Per la sfida che vi attende faccio i miei più sinceri auguri”,ha dichiarato Francesca Di Maolo, presidente dell’Istituto Serafico di Assisi.

Non sono mancati i ringraziamenti della Presidente Di Maolo alla Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus, alla Fondazione Robert Hollman, e alle istituzioni regionali e comunali che hanno individuato e riconosciuto nel Serafico la sede ideale per la buona riuscita del concorso. “Tocca a Te!, non è solo un appuntamento culturale ma anche un’occasione per avvicinare sempre più chi vive una disabilità più o meno grave con il resto della comunità, prendendo così maggiore consapevolezza di essere parte integrante della società – ha affermato F.Di Maolo che poi ha aggiunto – Siamo felici, inoltre, che sia stata scelta la città di San Francesco e il Serafico, come sede del concorso, proprio nell’anno in cui il ministero dei Beni e delle Attività Culturali ha scelto di conferire il titolo di “Città che legge” ad Assisi e a tante altre grandi città umbre come Perugia, Terni, Spoleto, Gubbio, Orvieto, Narni e Amelia”.

Per i vincitori di “Tocca a Te! 2017” le emozioni non finiscono qui.  Oltre al trofeo e a un premio in denaro, la Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus si impegnerà ad editare i loro libri che  entreranno a far parte delle proprie collane editoriali per l’infanzia. Inoltre, avranno il piacere di rappresentare l’Italia in occasione della XIII edizione del concorso Internazionale “Typhlo&Tactus 2017”, che si svolgerà dal 27 al 29 ottobre 2017, a Dijon, in Francia. 

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*