Fondo per bambini con pluridisabilità, Serafico e Carabinieri

Costruire un tessuto di supporto per tutti coloro che hanno necessità e diritto di cura e assistenza 

Fondo per bambini con pluridisabilità, Serafico e Carabinieri. Costruire un tessuto di supporto per chi necessita di cura e assistenza
tullio del sette

Fondo per bambini con pluridisabilità, Serafico e Carabinieri

Fondo per bambini con pluridsabilità, protocollo ad Assisi Esplora geograficamente nuovi territori sociali dove mettere al servizio le proprie competenze Domani, giovedì 24 marzo, il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale C.A. Tullio Del Sette, sarà presente presso l’Istituto Serafico di Assisi dove avrà luogo la stipula del protocollo d’intesa tra il F.A.P.P. (Fondo Assistenza, Previdenza e Premi per il Personale dell’Arma dei Carabinieri) e l’Istituto Serafico in favore di bambini e ragazzi con pluridisabilità, familiari del personale dell’Arma dei Carabinieri e degli orfani dei militari dell’Arma caduti in servizio.

La sottoscrizione della convenzione con il Serafico, Istituto di assoluta eccellenza nell’ambito sanitario nazionale che esplora geograficamente nuovi territori sociali dove mettere al servizio le proprie competenze medico-assistenziali verso le patologie della disabilità grave, suggella le finalità a carattere assistenziale e previdenziale perseguite dall’Arma dei Carabinieri, attraverso il F.A.P.P., in favore del personale in servizio, in congedo e dei familiari del personale deceduto in attività di servizio e per causa di esso, nonché del personale militare e civile in servizio presso Comandi dell’Arma.

L’iniziativa, che ha l’obiettivo di riuscire a raggiungere e costruire un tessuto di supporto per tutti coloro che hanno necessità e diritto di cura e assistenza, è stata voluta dal Generale C.A. Tullio DEL SETTE, Presidente del Fondo Assistenza, Previdenza e Premi per il Personale dell’Arma dei Carabinieri.

Tale Ente, istituito con Decreto del Presidente della Repubblica nel 1964, è una fondazione, dotata di personalità giuridica privata, strutturata su un Consiglio di Amministrazione, di cui fanno parte, oltre al Presidente, sette consiglieri, fra cui tre delegati del Co.Ce.R. (Consiglio Centrale di Rappresentanza) delle varie categorie di personale, e un segretario. Esso, essendo un soggetto di diritto privato, non riceve sovvenzioni dallo Stato, ma si sostiene attraverso la donazione volontaria di pochi euro mensili da parte del personale dell’Arma in servizio. Altre fonti di finanziamento del Sodalizio sono costituite da eredità e legati nonché dalle liberalità di enti, società e privati cittadini.

Alla cerimonia sono stati invitati e saranno presenti la Presidente della Regione Umbria, dott.ssa Catiuscia MARINI, ed i vertici dell’Arma territoriale, il Comandante Interregionale, Generale C.A. Vincenzo GIULIANI, il Comandante della Legione Carabinieri Umbria, Generale B. Francesco BENEDETTO, il Comandante Provinciale, Colonnello Cosimo FIORE, il Comandante della Compagnia di Assisi, Magg. Marco SIVORI, nonché militari del Co.Ba.R. (Consiglio di Base di Rappresentanza) Umbria.

Fondo per bambini con pluridisabilità

La convenzione riguarda nello specifico:

i familiari del personale dell’Arma in servizio e in congedo;

i familiari del personale delle altre Armi e di quello civile in servizio presso reparti dell’Arma;

gli orfani dei militari dell’Arma deceduti in attività di servizio.

In sintesi, l’Ente umbro – il cui Presidente è l’avv. Francesca di Maolo – si impegna ad offrire i seguenti servizi:

gestione con la massima tempestività della presa in carico degli aventi diritto delle prestazioni sanitarie ambulatoriali e, nei limiti dei posti disponibili, delle prestazioni in regime residenziale e semiresidenziale;

campus estivo dedicato agli aventi diritto nel mese di luglio svolto in moduli settimanali in regime residenziale e semiresidenziale. Il campus è rivolto a soggetti in età evolutiva con disabilità di medio-lieve intensità sanitaria, organizzato con attività educative-abilitative da personale qualificato del Serafico. Il campus sarà attivato con un minimo di sei utenti e un massimo di dieci per ogni settimana e per ogni regime di ricovero;

ricoveri residenziali dedicati agli aventi diritto con funzioni di sollievo ad elevata intensità sanitaria per pazienti giovani adulti (18-30) con disabilità plurime complesse e/o disturbi lievi del comportamento, con assistenza sanitaria e custodialistica erogate in nucleo specializzato nel periodo della prima quindicina del mese di agosto.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*