Unipegaso

Le Parole ritrovate è passato anche a Santa Maria degli Angeli

Più di cento persone tra utenti, familiari, operatori e amministratori

Le Parole ritrovate è passato anche a Santa Maria degli Angeli

Le Parole ritrovate è passato anche a Santa Maria degli Angeli

Da Claudia Travicelli
SANTA MARIA DEGLI ANGELI – Martedì 23 maggio 2017, le”Parole ritrovate” hanno fatto tappa a Santa Maria degli Angeli. “Le Parole ritrovate” è un movimento nazionale nato a Trento più di venti anni fa per favorire il “Fareassieme” nella promozione della salute mentale: associazioni, utenti, familiari, operatori dei servizi, amministratori cittadini, insieme per creare ambiti di azione comune al fine di favorire la riabilitazione e il reinserimento di persone con disagio mentale.

“Le parole ritrovate” da anni organizzano, nelle varie regioni d’Italia, incontri per diffondere i propri principi e per creare, all’interno delle comunità, reti di soggetti che agiscano secondo i principi ispiratori del movimento.

Nell’ambito del giro d’Italia 2017 è stata prevista una tappa umbra sul territorio di Santa Maria degli Angeli. La tappa di Santa Maria degli Angeli è stata promossa dalla USL Umbria 1, dalla cooperativa sociale ASAD dall’associazione Sède j’angeli se, dall’associazione di promozione sociale Cassiopea e dall’associazione di promozione sociale Scala C, con il Patrocinio del Comune di Assisi.

Nella manifestazione, organizzata con un programma itinerante per le vie di Santa Maria degli Angeli, i partecipanti hanno conosciuto varie attività, progetti, iniziative di promozione della salute mentale in particolare, e della salute in generale, attraverso i racconti delle persone direttamente coinvolte.

Più di cento persone tra utenti, familiari, operatori, amministratori e cittadini hanno passeggiato per le strade della città per circa tre ore  incrociando esperienze di promozione della salute ispirate al concetto di “Fareassieme” attive nella realtà locale. La manifestazione ha avuto inizio in Piazza Garibaldi, ha fatto sosta all’interno dell’Istituto delle Suore Francescane di Gesù Bambino in via Patrono d’Italia dove è attivo un progetto di orticultura che vede coinvolti utenti dei servizi di salute mentale insieme ad operatori, volontari ed associazioni del territorio, si è poi spostata presso il giardino di Via Di vittorio dove è stato presentato il progetto “Il giardino delle farfalle” progetto di recupero di aree verdi promosso da una rete di cittadini, che vedrà la partecipazione del Comune, si è conclusa presso il Centro parrocchiale di Santa Maria degli Angeli dove sono state raccontate diverse esperienze di promozione della salute ispirate dal principio del “Fareassieme”.

L’avvio simbolico alla manifestazione, in piazza Garibaldi, è stato dato dall’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Assisi Claudia Maria Travicelli che ha ribadito, nel suo discorso di saluto,  i concetti di solidarietà e di apertura alla socialità che ispirano la comunità assisana e si è resa disponibile a dare il proprio contributo per attivamente alcune  iniziative di “Fareassieme” proposte nel corso dell’incontro.

Gli spostamenti da una tappa all’altra della manifestazione sono stati guidati dal gruppo Piedibus dell’associazione sé de j’angelise. Alla manifestazione ha partecipato anche una delegazione dell’associazione nazionale delle Parole ritrovate.

C.S.M. (Centro Salute Mentale) Distretto dell’assisano Assisi/ Bastia Umbra 

USL Umbria 1

Claudia Maria Travicelli 

(Assessore ai Servizi Sociali)

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*