Rotary Club Assisi Premio “Ideale Rotariano 2017” a Paola Mercurelli Salari

professoressa, laureata in Lettere “cum laude” all’Università di Perugia e specializzata a Siena

Rotary Club Assisi Premio “Ideale Rotariano 2017” a Paola Mercurelli Salari

Rotary Club Assisi Premio “Ideale Rotariano 2017” a Paola Mercurelli Salari
da Pio De Giuli
ASSISI – Il Consiglio Direttivo del Rotary Club di Assisi ha deliberato all’unanimità di conferire alla concittadina Paola Mercurelli Salari il Premio Ideale rotariano 2017 con la seguente motivazione “per i suoi studi sul patrimonio artistico dell’Umbria e il generoso impegno volto a valorizzare e far conoscere i tesori della Città Serafica”.

La professoressa, laureata in Lettere “cum laude” all’Università di Perugia e specializzata a Siena in Archeologia e Storia dell’Arte, a conferma della particolare competenza sul Medio Evo, è attualmente (dal 2015) Direttore del Palazzo Ducale di Gubbio.

Nel suo imponente curriculum figurano, oltre alla pluriennale attività di docente abilitata in Storia dell’Arte e in Storia e Filosofia, la collaborazione con l’Enciclopedia Italiana Treccani, con importanti case editrici, con l’Associazione Orfini Neumeister (Foligno,1993), con la Galleria Nazionale dell’Umbria per il cui comitato scientifico ha collaborato all’allestimento di mostre di grande successo ( Perugino, il divin pittore – Arnolfo di Cambio – Pinturicchio). Spicca, infine la posizione di comando (dal 2008 al 2015) presso il Segretariato Regionale per l’Umbria – Direzione Regionale per i beni ambientali e paesaggistici.

Nella serata conviviale a lei dedicata giovedì 9 febbraio la studiosa ha tenuto una interessante relazione sull’imponente manufatto trecentesco della “Porta San Francesco: evoluzione di uno spazio urbano tra città e campagna”. La lucida esposizione, assistita da cospicuo corredo iconografico e archivistico, ha confermato le doti già note di esperta conferenziera per le quali il Presidente del Rotary Club Assisi Pier Giorgio Narducci e gli intervenuti hanno tributato un caloroso e prolungato applauso che ne ha riconosciuto la vocazione al “service” paradigmatica dell’identità rotariana.

Pio de Giuli – Addetto Stampa del Club

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*