Serafico Assisi accreditato per diagnosi e certificazione Dsa

Si tratta dei disturbi specifici dell’apprendimento

Si tratta dei disturbi specifici dell’apprendimento

Serafico Assisi accreditato per diagnosi e certificazione Dsa Assisi, 17 novembre 2016 – Il Serafico di Assisi è anche un centro accreditato dalla Regione Umbria per la diagnosi e la certificazione dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) valida ai fini scolastici nel rispetto della Legge 170/2010 e offre dei percorsi educativi/riabilitativi individualizzati lungo tutto il periodo della scolarizzazione.

“Con il termine disturbi specifici dell’apprendimento – spiega Sandro Elisei, Direttore Sanitario del Serafico di Assisi- ci si riferisce ad un gruppo eterogeneo di disturbi che presentano difficoltà significative nell’acquisizione di alcune abilità specifiche, quale ad es. le attività di lettura, scrittura o calcolo; nello specifico, possiamo distinguere: la dislessia, cioè la compromissione della velocità e/o della correttezza di lettura, con ripercussioni frequenti anche sulla comprensione del testo; la disortografia e la disgrafia che riguardano la scrittura e si manifestano, rispettivamente, con una difficoltà nell’applicazione delle regole ortografiche e nell’organizzazione del testo; la discalculia che riguarda la difficoltà nell’eseguire dei calcoli e nel ragionamento matematico.

Il mancato riconoscimento dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento può incidere profondamente sulla vita scolastica del bambino, fino a provocare l’abbandono della scuola; tali disturbi possono condizionare anche la vita sociale e l’autostima e incidere pesantemente sul futuro professionale della persona”.

Per questi disturbi, l’Istituto Serafico di Assisi realizza una presa in carico globale del bambino e dell’adolescente attraverso l’attività di una equipe multidisciplinare che individua soluzioni e percorsi per affrontare il problema e superarlo.

In particolare, è prevista una fase iniziale per la definizione di una diagnosi clinica-neuropsicologica (sono programmati colloqui con genitori e/o tutore, colloqui medico e psicologico, visita e valutazione neuropsichiatrica, psicologica e intellettiva, valutazioni delle abilità strumentali e della coordinazione motoria); al termine di questa fase viene elaborato un programma terapeutico riabilitativo e indicazioni didattiche-pedagogiche per la scuola.  Il trattamento dei disturbi specifici dell’apprendimento si articola attraverso un percorso individualizzato che prevede una presa in carico di tipo riabilitativo ed educativo.

A tal proposito, dall’inizio del mese di ottobre, presso il Serafico sono iniziati dei specifici laboratori di potenziamento delle abilità matematiche che, attualmente, sono rivolti a cinque bambini del territorio; tale attività è svolta da insegnanti appositamente formati presso il centro “Polo Apprendimento” di Padova diretto dalla Prof.ssa Daniela Lucangeli. Il Serafico inoltre, promuove iniziative di formazione per insegnanti, educatori e genitori, attività di ricerca in collaborazione con il Polo Apprendimento, ma anche attività di counseling, con spazi di ascolto e riflessione finalizzati al sostegno psicologico per la persona con DSA e alla consulenza psicopedagogica per i familiari.
Quale esempio concreto, Elisei cita la storia di Luca che al Serafico di Assisi ha ritrovato la fiducia in sé stesso: “Per questo bambino, era stata fatta una diagnosi iniziale di un disturbo del linguaggio espressivo e della comprensione in un quadro di immaturità globale, per cui, il pediatra – spiega il direttore sanitario – aveva consigliato di ripetere l’ultimo anno della scuola d’infanzia; non solo, al momento dell’ingresso nella scuola primaria, Luca venne inserito all’interno di un piano educativo individuale con obiettivi minimi e con un insegnante di sostegno. I genitori però, non hanno mai creduto a questa diagnosi; la valutazione specialistica multidisciplinare effettuata presso gli ambulatori del Serafico, ha evidenziato in Luca un disturbo specifico dell’apprendimento della scrittura”.

Il bambino perciò ha intrapreso un percorso di riabilitazione logopedica e oggi, a quasi un anno dall’inizio del percorso riabilitativo, mostra importanti miglioramenti nell’autoregolazione dell’attenzione, della comprensione del testo, una maggiore capacità di elaborazione visiva, un controllo consapevole dell’errore sia di natura ortografica che fonologica”.

Per informazioni e contatti tel. 075/812411 (int. 306) dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 E-mail: segreteriasanitaria@serafico.it

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*