Strade delle frazioni sono la priorità, lo dice Giuseppe Cardinali, Assisi Domani

Le frazioni sono destinate a morire senza strade di collegamento adeguate

Strade delle frazioni sono la priorità, lo dice Giuseppe Cardinali, Assisi Domani
giuseppe cardinali

Strade delle frazioni sono la priorità, lo dice Giuseppe Cardinali, Assisi Domani Continuano, evidentemente, le “grandi manovre” degli ex amministratori per nascondere le malefatte delle passate amministrazioni, in particolare le consulenze d’oro di cui dovranno rispondere. A quanto pare non riuscendo opportunamente a rispondere alle fondate contestazioni, giocano a confondere le acque tirando fuori dal cilindro storie a dir poco fantasiose. Ecco quindi che il consigliere d’opposizione Emidio Fioroni sulla stampa, anziché nella sede istituzionale del Consiglio comunale, attacca un budget dedicato alla sistemazione della strada di Via del Collicello, in frazione Capodacqua, peraltro originaria frazione dello stesso consigliere: gliene saranno grati gli abitanti di Capodacqua! Fioroni, che per anni ha fatto il “difensore della patria” della frazione evidentemente dimentica le innumerevoli denunce fatte dagli abitanti sulla pericolosità della strada di Via del Collicello. Non solo.

Il consigliere ha probabilmente frainteso le informazioni che dice di aver ricevuto (od è stato forse male informato), in quanto gli uffici tecnici conoscono da anni la situazione in cui versa quella strada e sono già stati attivati per l’istruttoria tecnica nel rispetto del relativo iter procedurale, come anche ben evidenziato nella deliberazione consiliare richiamata laddove si evince chiaramente la partecipazione dei “… Dirigenti di Settore e dei Responsabili degli Uffici, volta ad esaminare l’attendibilità delle previsioni di bilancio …”. Le frazioni sono destinate a morire senza strade di collegamento adeguate e la causa di questa inadeguatezza non può certo imputarsi all’attuale amministrazione (che, è bene ricordarlo, ha iniziato il suo mandato da appena un mesa) ma può imputarsi solo ed esclusivamente alla cattiva politica delle passate amministrazioni che hanno preferito utilizzare le risorse per le proprie consulenze esterne piuttosto che investirli per rendere agevole e sicura la vita dei nostri cittadini.

Non risulta, inoltre, che le passate amministrazioni comunali si siano avvalse dei fondi PSR per sistemare le strade come hanno fatto invece gli altri comuni dell’Umbria per le proprie frazioni! Proprio per questo, all’interno degli assestamenti di bilancio ai quali l’Ente era chiamato ad intervenire entro l’imminente 31 luglio, il Consiglio comunale, in discontinuità con il passato e con il semplice spostamento di piccole risorse disponibili, ha voluto porre l’attenzione ad una delle frazioni più dimenticate in precedenza e ad alcuni problemi che aspettavano risposte da ormai molti anni.

Pertanto, le insinuazioni da vecchia politica sono, oltre che passibili di azioni legali da valutare nelle sedi opportune (non certo con consulenti esterni!), ascrivibili a un vecchio proverbio assisano “corpo male usato …quel che fa gli vien pensato!” sul quale s’invita il consigliere Fioroni a riflettere, oltre che a stare sereno.

28/07/2016 Giuseppe Cardinali Capogruppo Lista Civica ASSISI DOMANI Consiglio comunale di Assisi

Print Friendly

1 Commento su Strade delle frazioni sono la priorità, lo dice Giuseppe Cardinali, Assisi Domani

  1. Giusto quanto scritto dal consigliere Giuseppe Cardinali ma per evitare che nascano sempre discussioni perchè non cambiare sistema. Fare una verifica sui problemi delle varie frazioni e prendere una decisione unica che dia soddisfazione a tutti. Questo sistema lo conoscete sicuramente meglio di me e non dovete dire, sempre, che si vogliono solo alimentare polemiche. E’ il modo di agire che ce le toglie dalla bocca. Buon lavoro e ricordatevi che siete al servizio di tutti i cittadini pronti a riconoscere i vostri meriti al momento che dimostrerete di aver cambiato veramente il modo di concepire la cosa pubblica.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*