ASSISI, MADRE GIUSEPPINA BEVIGNA PROCLAMATA “GIUSTO FRA LE NAZIONI”

Comunità 1934
Comunità 1934
Comunità 1934

(assisioggi.it) ASSISI – La storia umana conosce purtroppo vicende drammatiche. Densi di tragedia furono, in particolare, gli anni della Seconda Guerra mondiale che, tuttora, continuano spesso a far discutere. A conferma del fatto che sulla storia veglia sempre lo sguardo della Provvidenza di Dio, assistiamo in questi giorni a un altro esempio del fatto che non c’è male da cui Dio non riesca a trarre un bene più grande, suscitando l’amore nell’animo umano.

E’ un esempio a noi vicino, che germoglia, in quei tristi anni di persecuzioni e odio violento, tra le mura del monastero di San Quirico, come del resto in altri conventi della città di Assisi. Alcuni ricorderanno come tali vicende siano state narrate dalla pellicola Assisi underground (Usa, 1985, regia di A. Ramati).

Oggi accogliamo, ancora una volta, un riconoscimento che giunge dal Museo Yad Vashem di Gerusalemme, con il conferimento del titolo di “giusto tra le nazioni” a Madre Giuseppina Biviglia (folignate, 1897-1991), allora abbadessa del Monastero di San Quirico.

Dalla testimonianza che, in spirito di clariana semplicità, Madre Giuseppina ha lasciato di quegli anni tumultuosi, traiamo un insegnamento prezioso e sempre attuale: la carità non si ferma davanti alle barriere politiche o etniche erette dal peccato umano. Così il cristiano, nel fare il bene, è sempre guidato dall’amore per Dio e per il prossimo.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*