Solennità di San Vittorino martire e vescovo di Assisi

La cerimonia è proseguita con la Santa Messa celebrata dal Parroco della Abbazia

Solennità di San Vittorino martire e vescovo di Assisi

Solennità di San Vittorino martire e vescovo di Assisi Come  è  ormai  consuetudine  da  anni  sabato  23 si  è  celebrata  la solennità  di  San  Vittorino  martire  e  vescovo  di  Assisi.  Sul  piazzale adiacente  il  ponte  omonimo,  gentilmente  messo  a  disposizione  dal sig. Alviero  Cavallucci,  si  sono  ritrovati  numerosi  devoti  del  Santo e abitanti della Balia i  quali hanno assistito alla rappresentazione della  Lauda riguardante  la  vita del Martire magistralmente eseguita dalla storica compagnia  “La Mazzetta”.

Ci piace ricordare che  la Confraternita di san Vittorino, di cui si ha notizia sin dal 1260, era denominata Compagnia del Bastone o della Mazzetta. Dal 1982 si è costituita con il sostegno del Centro Studi Assisano la suddetta Compagnia  teatrale  grazie  all’impegno  di  giovani  di  buona  volontà.

La cerimonia è proseguita con la Santa Messa celebrata dal Parroco  della  Abbazia  di  San  Pietro  don  Massimo  assistito  dal  diacono Beniamino Manca e presenziata  dalla Confraternita delle sacre stimmate di san Francesco. Il saluto alla reliquia del santo ha concluso la singolare manifestazione. Tutti i presenti si sono dati appuntamento per l’edizione prossima che sarà arricchita da interessanti novità come l’istituzione di una processione e l’affissione di una targa sulle mura dell’antica chiesa di San Vittorino.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*