Spirito di Assisi pellegrinaggio e preghiere per la pace, il programma

Il 26, 27 e 28 ottobre diversi momenti in occasione dell’anniversario

Spirito di Assisi pellegrinaggio e preghiere per la pace

Spirito di Assisi  pellegrinaggio e preghiere per la pace

ASSISI – Era il 27 ottobre del lontano 1986 quando, per volontà di san Giovanni Paolo II, veniva celebrata nella città del Poverello la Giornata mondiale di preghiera per la pace.   A 31 anni da quella giornata straordinaria la commissione diocesana per lo “Spirito di Assisi”, che già da diverso tempo ricorda quella data pregando per la pace ogni 27 del mese, ha organizzato tre giorni celebrativi.

Il primo appuntamento è fissato per giovedì 26 ottobre quando a partire dalle 16, i rappresentanti delle diverse religioni prenderanno parte a un pellegrinaggio spirituale dal Santuario della Spogliazione verso la Basilica di San Francesco; lì, nella sala Frate Elia pregheranno insieme, ciascuno secondo il proprio culto, cattolici, ortodossi, ebrei, musulmani, induisti, buddisti, esponenti della fede Bahà’ì e taoisti.

“L’evento di quest’anno – sottolinea don Antonio Dell’Olio, responsabile della commissione diocesana – si caratterizza per il coinvolgimento anche di altre religioni oltre a quelle abramitiche e soprattutto per la presenza dei luterani a 500 anni dalla riforma. Sarà dunque un momento per pregare e riflettere insieme sui tanti aspetti che ci uniscono, soprattutto il desiderio di pace”.

Spirito assisi 2017

A questo proposito proprio nella mattinata del 27 ottobre ci sarà un convegno dal titolo: “La ricerca dell’unità nelle religioni”. Nel pomeriggio sul sagrato della Chiesa Nuova a partire dalle 16,30 ci saranno le “Musica per la pace” con il concerto dell’Anonima Frottolisti” e la danze sacre dell’India con le danzatrici dell’Ashram di Altare – SV. Infine sabato 28 ottobre a partire dalle 9,30 nel salone papale del Sacro convento ci sarà un seminario proposto dal Comitato per una Civiltà dell’Amore su un progetto per la pacificazione dell’area coreana.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*