Con il Cuore

Incontro Gemelli dell’Umbria, Proietti, una felice intuizione di Padre Gianmarco

Proietti era al Santuario con il figlio Francesco: "Si può essere mamma e sindaco"

Incontro Gemelli dell'Umbria, Proietti, una felice intuizione di Padre Gianmarco

Incontro Gemelli dell’Umbria, Proietti, una felice intuizione di Padre Gianmarco  
del Direttore
Marcello Migliosi
RIVOTORTO DI ASSISI – All’incontro dei Gemelli dell’Umbria, al Santuario di Rivotorto di Assisi, c’era anche il sindaco della Città Serafica Stefania Proietti. Il Primo cittadino è arriva in chiesta accompagnata dal figlio Francesco. «L’incontro dei Gemelli dell’Umbria – ha detto Proietti – è stata una felice intuizione di Padre Gianmarco Arrigoni, il parroco di una comunità così importante come è quella di Rivotorto». Proietti ha definito il parto gemellare come un “miracolo della vita”. «E’ un esempio di fraternità – ha detto – cui riferirsi oggi, anche in una comunità più vasta che va oltre la famiglia. La gioia, poi, di vedere il  battesimo e di vedere una famiglia  che cresce e di vedere tanta festa ci ha spinti a venire per partecipare alla gioia».

Proietti ha ricordato poi che “sia io sia la presidente del Consiglio Comunale non siamo potute mancare come Amministrazione Comunale”. 

«E’ un evento – ha detto il sindaco – che per altro abbiamo patrocinato con molta gioia, magari cresca il numero di eventi come questo nella nostra comunità cristiana e nella nostra società». Un momento grande tenerezza e simpatia si è verificato quando Francesco (il figlio del Sindaco), mentre la mamma salutava i cittadini, ha afferrato il microfono per poter fare lui “Il suo intervento”.

«Anche questo – dice Stefania Proietti – vuole essere un segno, Oggi, per esigenze di famiglia, sono qua al Santuario, non da sola ma con il mio bambino più piccolo e questo deve rappresentare per tante donne un incoraggiamento. Si possono ricoprire ruoli anche importanti per la comunità nella conciliazione con la famiglia. Famiglia che deve essere sempre al primo posto e sempre nel sostegno di quello che si fa. Non sarei qui – ha aggiunto – se non avessi la mia famiglia con me in questo compito così importante come quello di essere sindaco di una città come Assisi».

Domani mattina il sindaco Stefania Proietti parteciperà al ricordo che l’Arma vuol dedicare ad un “figli di Assisi”. «Sì – conferma il sindaco – saremo al Santuario della Spoliazione (Spogliazione), per ricordare il carabiniere Renzo Rosati, che morì in servizio. Lui era un figlio della Montagna di Assisi (Stefania Proietti è di Costa di Trex), di Armenzano precisamente».

Alla cerimonia, che si terrà all’interno della sede della Diocesi di Assisi, prenderà parte il generale comandante dei Carabinieri, Tullio Del Sette.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*