Abolizione primario chirurgia ospedale Assisi interrogazione Centrodestra

Solita mossa di non lontana memoria perpetrata dalla stessa Asl

Abolizione primario chirurgia ospedale Assisi interrogazione Centrodestra

Abolizione primario chirurgia ospedale Assisi interrogazione Centrodestra
da Giorgio Bartolini ed Emidio Fioroni
ASSISI – Si comunica che il 19 dicembre 2016 i consiglieri Bartolini e Fioroni hanno presentato un’interrogazione con oggetto l’abolizione del primario di chirurgia generale dell’ospedale di Assisi. La stessa riporta quanto segue: “Da quanto è dato sapere sembra che sia stata presa la decisione dalla Asl di Perugia di dare un’ulteriore “mazzata” all’ospedale di Assisi. Infatti sotto l’albero di Natale i cittadini di Assisi troveranno come regalo la declassazione dell’unità operativa complessa di chirurgia in unità operativa semplice. Questo è il significato in soldoni dell’abolizione del primariato di chirurgia generale.

È la solita mossa di non lontana memoria perpetrata dalla stessa Asl quando fu trasferito il primario di ostetricia all’ospedale di Foligno con la conseguente chiusura politicamente voluta dalla Regione del reparto di Assisi. Assisi non avrà più il primario chirurgo con tutto quel che ne consegue. L’ospedale di Assisi così perderà un altro pezzo fondamentale della sua essenza trasformandosi sempre più in un poli-ambulatorio.

Il tanto recente strombazzato aumento di sei posti letto al pronto soccorso, fatto passare come potenziamento dell’ospedale di Assisi è un non senso se poi non si ha la possibilità, in caso di bisogno, di ricorrere ai reparti chirurgia, ostetricia, pediatria, per eventuale terapia o necessaria consulenza. Il comunicato stampa dell’incontro dell’agosto 2016 tra la sindaca di Assisi e l’assessore regionale alla sanità Barberini, enfatizzato dalla sindaca quale “giornata storica”, “per il rilancio di cui l’amministrazione comunale si è resa protagonista”, “un ospedale che cresce”, “l’ospedale di Assisi fin dalla campagna elettorale è per noi una priorità”,

“per la prima volta un assessore regionale della sanità è in visita ufficiale all’ospedale”, ci lascia alquanto perplessi. Si chiede alla sindaca di Assisi che ha trattenuto la delega per la sanità e che ha incontrato l’assessore di competenza della regione di dare i chiarimenti su quanto sopra esposto al consiglio comunale affinché anche gli abitanti dei comuni di Assisi e dei comuni limitrofi possano essere informati”.

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*