Unipegaso

Calcio Assisi, promozione regionale B difesa del ruolo

MA ANCHE DEL LOGO CON UN MERCATO MOVIMENTISTA

Subasio a valanga sul Castel del piano 4-0, il Petrignano vince il derby sull’Angelana

Calcio Assisi, promozione regionale B difesa del ruolo

Di Lorenzo Capezzali 
ASSISI: Ad Assisi non solo turismo ma anche calcio nel suggestivo Stadio degli Ulivi, ideato dall’allora sindaco Enzo Boccacci come punto di attrazione sportiva per manifestazioni nazionali sportive e possibili ritiri di formazioni di serie A in vista del campionato professionistico. La memoria ci riporta alle fasi di preparazione della Roma di Helenio Herrera e della Fiorentina di Baggio con una messe di tifosi dalla capitale e dalla toscana per giorni che hanno fatto parlare la città su quotidiani e televisioni con vantaggi di riflesso per la l’economia locale. Oggi campeggia il nome di Assisi come pratica calcistica della squadra di colore Rossoblu nell’effige Croce e Leone militante nel torneo di promozione girone B.

Sono lontani i tempi di quando si giocava al Matteotti della parte alta del centro con un fondo di non verde ma con atleti orgogliosi e protagonisti di vestire questa casacca. L’Assisi odierna mostra garretti e voglia di difendere il noto logo assisano e quindi nella capacità di rendersi protagonista anche quest’anno con un organico di tutto rispetto. Francesco Mancinelli, Giorgio Gasparrini, Rino Cerasa il gruppo unito del rilancio calcistico accanto ad altre operative figure societarie.

Il mercato in entrata e in uscita della società: allenatore Simone Rubeca. Acquisti: Cacciavillani (35, a Agello), Cirilli (29, c, Cannara), Cristofani (17, d, Angelana), Ercolanoni (32, c, Agello), Moriconi (25, d, Cannara), Pino (25, a). Cessioni: Ameti (24, a, Subasio), Fanini (23, c, Viole), Palumbo (26, a, Viole).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*