Podismo, successo della Marcia delle 8 Porte

primottoporte assisi(assisioggi.it) ASSISI – In oltre duecento hanno gareggiato sabato sera nello splendido scenario di Assisi, patrimonio mondiale Unesco, nella seconda edizione della Marcia delle Otto Porte, su una distanza di circa 7.000 metri con partenza e arrivo in una  Piazza del Comune affollata di pubblico. La manifestazione organizzata dall’Assisi Runners ha avuto il patrocinio dell’Amministrazione Comunale ed in particolare del sindaco Claudio Ricci e dell’assessore allo sport Francesco Mignani, in gara con il pettorale n.1, e la collaborazione della Pro Loco di Assisi. La prova era valida per il Campionato regionale Endas podismo 2013; contestualmente alla gara si è svolta anche la camminata non competitiva, su 2,5 o 7 chilometri cui hanno preso parte oltre cento persone tra cui un folto gruppo della Podistica Sport Insieme di Formigine, provincia di Modena. Anche quest’anno la presenza dei Piccoli Tamburini della Nobilissima Parte De Sopra con i loro tamburi ha creato in Piazza una atmosfera particolare molto coinvolgente accompagnando la corsa degli atleti. Percorso come lo scorso anno, che ha toccato le otto principali porte medioevali di accesso alla città: Porta Nuova, Porta dei Cappuccini, Porta Perlici, Porta San Giacomo, Porta San Francesco, Porta San Pietro, Porta del Sementone, Porta di Mojano, nonchè i più importanti siti cittadini come la Basilica di Santa Chiara, il Duomo di San Rufino,  Piazza del Comune con il Tempio di Minerva, la Torre e il Palazzo del Capitano del Popolo, la magnifica Basilica Superiore e Inferiore di San Francesco, l’Abbazia di San Pietro, Fontebella, la Piazza e Fontana del Vescovado.

Insomma un percorso di gara unico, seppur impegnativo, in un contesto di rara suggestione ancor più amplificata dalla magia della luce serale. Dal punto di vista tecnico, presenti sia in campo maschile che femminile molti nomi buoni della corsa su strada nazionale, che fin dalle prime battute hanno dettato il proprio ritmo alla gara; al passaggio in Piazza del Comune dopo 2,500 chilometri di corsa i migliori erano tutti insieme, poi nella seconda parte di gara le posizioni si sono andate delineando più nettamente. A giungere per primo sotto l’arco di arrivo davanti al Tempio di Minerva il marocchino Cherckaoui Laalami con l’ottimo tempo di 22 minuti e 50 secondi, in seconda posizione il marchigiano della Stamura Ancona Andrea Gargamelli ad appena due secondi dal vincitore e terzo il giovane Riccardo Passeri, atleta di Bastia Umbra che gareggia per il G.S. Aeronautica Militare. In campo femminile bel successo per la maestrina romana Paola Salvatori, quarta lo scorso anno; la portacolori dell’U.S.Roma 83 ha chiuso in 27 minuti e 59 secondi. Alle sue spalle Paola Garinei, dell’Atletica Avis Perugia, terza lo scorso anno, che ha preceduto sul terzo gradino del podio la marchigiana Laura Biagetti. A livello societario si sono imposti gli emiliani della Podistica Sport Insieme di Formigine davanti al CDP-T&RB Group Perugia e all’Aspa Bastia Umbra.

Un ricco ristoro e il pasta party hanno preceduto la cerimonia di premiazione cui erano presenti l’assessore allo sport del comune di Assisi, Francesco Mignani, il consigliere Franco Brunozzi, il presidente della Pro Loco Assisi, Francesco Fiorelli, il segretario Pino Scattaro, il rappresentante del Consorzio Agrario Perugia, Gambelunghe. Simpaticamente due premi speciali sono andati al concorrente meno giovane, Antonio Serlupini dell’ Aspa Bastia, classe 1939 e al concorrente “più lontano dal primo classificato” vale a dire l’ultimo arrivato, Paolo Cochetta del Cdp-T&RB Group, ed altri due riconoscimenti a due giovani promesse dello sport assisano, Federico Mignani e Giacomo Aisa. Alla manifestazione è giunto il saluto di padre Enzo Fortunato, direttore della Sala Stampa del Sacro Convento, che non ha potuto essere presente come previsto in quanto impegnato nella veglia di preghiera per la pace che era in corso nella Basilica di San Francesco: padre Enzo, ha comunque assicurato la sua presenza in gara il prossimo anno.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*