Non si ferma all’alt, inseguito, si schianta nella notte a Tordandrea di Assisi [VIDEO]

Si tratterebbe di un polacco. Ferita, nel frontale, anche una signora

Non si ferma all'alt, inseguito, si schianta nella notte a Tordandrea di Assisi [VIDEO]

Non si ferma all’alt, inseguito, si schianta nella notte a Tordandrea di Assisi

TORDANDREA DI ASSISI – Un inseguimento, terminato con lo schianto della vettura che fuggiva su altre tre o quattro, si è verificato nella notte, attorno alle 23, a Tordandrea di Assisi. A quanto riferiscono alcune persone del luogo, pare che una Volkswagen Passat non si sia fermata ad un controllo stradale.

La segnalazione è arrivata in redazione tramite Eleonora Morlandi, nostra stagista.

Anzi, l’auto è proprio sfrecciata via davanti alla paletta dei Carabinieri proprio sul rettilineo che, da Santa Maria degli Angeli, porta a Tordandrea. I militari, perché dell’Arma si dovrebbe trattare, si sono messi all’inseguimento della potente vettura tedesca. In un attimo l’hanno raggiunta, ma chi era alla guida – forse ubriaco, drogato o chissà che altro – non ne ha voluto sapere e ha proseguito la corsa.

Di lì a poco si è scontrato frontalmente con un’altra auto ed è finito con la Passat addosso ad altre tre vetture. Risultato? Lui – dovrebbe essere un polacco – ricoverato al Santa Maria della Misericordia. Qualche ferita, ma sembra non seria, anche per la donna che viaggiava a bordo dell’altra auto del frontale.

Gli accertamenti cui sarà sottoposto il polacco spiegheranno, forse, la sua fuga e, in ogni caso, dovrà rispondere di tutto il disastro di cui si è reso responsabile. Se non ci è scappato il morto è stato un miracolo.

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. Il problema è che alla fine non gli faranno nulla perché non ha nulla…quindi curato a nostre spese….ferito chi non c’entrava nulla (per fortuna non ci è scappato il morto) ed i danni alle altre auto chi le paga? Però poi se chiedi pene esemplari e poi un calcio nel sedere e biglietto di solo andata per tornarsene nel suo paese sei razzista…fascista…e chi più ne ha più ne metta….ed allora continuiamo così…..

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*