Presentato il progetto “Assisi Terra Laudato Si”

Presentato il progetto "Assisi Terra Laudato Si"

Presentato il progetto “Assisi Terra Laudato Si”

Un ricco programma di appuntamenti per l’inaugurazione nella Giornata per la Terra del 22 aprile p.v.

È stato presentato oggi, presso la Sala Stampa del Sacro Convento di San Francesco in Assisi, il progetto: ASSISI Terra Laudato Si’, animato dal Centro Laudato Si’ di Assisi per la diffusione dei valori dell’ecologia integrale e promosso in collaborazione con le principali realtà istituzionali, civili e religiose, della città di Assisi, e il programma di eventi previsto per l’inaugurazione.

Il progetto nasce in preparazione al “Giubileo Laudato Si'” del 2025, il doppio anniversario degli 800 anni del Cantico delle Creature e i 10 anni dell’enciclica Laudato Si’, per offrire ai pellegrini l’opportunità di conoscere in profondità questi due messaggi di Francesco di Assisi e Francesco di Roma. Dopo l’annuncio l’anno scorso da parte del vescovo di Assisi mons. Domenico Sorrentino insieme al Cardinale Michael Czerny del Vaticano, ora il progetto è pronto per iniziare a ricevere i pellegrini. Questa proposta nasce per rispondere al bisogno, sempre crescente, di percorsi di sensibilizzazione, formazione, e spiritualità rivolti non solo a chi è impegnato nei temi dell’ecologia integrale, ma a tutti. Assisi, per il suo profondo significato simbolico e il suo legame con san Francesco, patrono dei cultori dell’ecologia, come indicato da San Giovanni Paolo II, ha delle grandi potenzialità per annunciare e promuovere questo messaggio a favore di tutto il mondo. La proposta che viene avviata nella Giornata per la Terra, il 22 aprile, è promossa in maniera corale da tutta la città, e dalle sue varie anime: dalla Diocesi di Assisi alle famiglie francescane, dalla Pro Civitate Christiana al FAI; vedrà coinvolte in maniera attiva anche associazioni, istituzioni scolastiche e le diverse anime della società civile. Il progetto sarà coordinato dal Centro Laudato Si’, sede assisana del Movimento Laudato Si’.

Il progetto è stato presentato da Antonio Caschetto e Tomás Insua (Centro Laudato Si’ di Assisi), insieme a Marina Rosati (Direttrice Ufficio comunicazioni della Diocesi di Assisi) che ha delineato il percorso sinodale e le prospettive future del progetto, e a fra Giulio Cesareo, OFMConv (Direttore Ufficio comunicazione del Sacro Convento di S. Francesco), che ha offerto uno sguardo sulla spiritualità francescana che è l’anima del progetto. All’incontro era presente anche il sindaco di Assisi, Stefania Proietti.

ASSISI Terra Laudato Si’, come specificato nel sito AssisiLaudatoSi.org, offrirà alla città una serie di programmi e iniziative che hanno come scopo la diffusione dei valori dell’ecologia integrale. Per esempio, attraverso i Ritiri Laudato Si’ vissuti non solo nei Santuari francescani, ma in tutta la città e nel suo ecosistema (composto dal contesto paesaggistico, dai colori, dai silenzi e dalla spiritualità unica che qui si respira), i pellegrini avranno la possibilità di conoscere meglio la figura di San Francesco attraverso le parole del Cantico delle Creature.

Questi Ritiri possono essere accompagnati da Volontari, oppure svolti in maniera autonoma seguendo un itinerario che parte dalla Porziuncola, attraversa i “luoghi del grido” nella valle fino al Santuario di Rivotorto, prosegue verso S. Damiano e l’eremo, e si conclude con l’invito all’azione di cura della Casa comune nel cuore della città fino alla Basilica di San Francesco, dove si può ricevere anche la credenziale per il percorso effettuato. Le immersioni nel creato, destinate in particolare ai giovani, consentiranno lunghi momenti di preghiera e contemplazione, come faceva San Francesco all’interno di uno “speco” – a La Verna, a Narni o alle Carceri – e guidate attraverso dei sussidi, nei percorsi del monte Subasio e dintorni. Inoltre saranno previsti, nei “luoghi Laudato Si’” (sia luoghi che hanno visto le varie tappe della composizione del Cantico di frate sole, sia luoghi che lo attualizzano), dei percorsi di preghiera guidata: sia nel Santuario di San Damiano, sia al Santuario della Spogliazione, sia nella Basilica di San Francesco, dove “riposa” il santo insieme ai suoi compagni più stretti, dove è conservato il Codice 338 (che contiene la più antica trascrizione dell’Opera).

Presso la Cittadella Laudato Si’ verranno offerti dei corsi di formazione e la proiezione del film “La Lettera: Un Messaggio per la nostra Terra”, che racconta la storia dell’enciclica Laudato si’ insieme a Papa Francesco. Il docu-film è presentato da YouTube Originals, e prodotto da Off The Fence Productions (vincitori Oscar 2021) e dal Movimento Laudato Si’. Infine, verrà attivato un servizio di volontariato alle iniziative del Progetto stesso. Tra le attività che svolgeranno i volontari, ci sarà l’accompagnamento dei Ritiri, il supporto agli eventi di preghiera e formazione, e momenti di lavoro e preghiera nella campagna intorno.

Questo ambizioso progetto verrà inaugurato con una ricca serie di eventi. I giorni precedenti saranno animati dalla performance artistica dal titolo “Custodi della Terra, artigiani di Pace”, a cura di Francesco Astiaso Garcia (Unione Cattolica Artisti Italiani) che coinvolgerà pellegrini, turisti e parrocchie. La performance consiste in un’esperienza di pittura collettiva, in preparazione alla Giornata della Terra. L’installazione complessiva, con le opere di ciascuno, costituirà un vero e proprio “Grido di Pace” che si leverà da Assisi.

Inoltre, sempre per celebrare la Terra, nella giornata di domenica 21 aprile il FAI proporrà due percorsi nel Bosco di S. Francesco dal titolo “Festeggiamo madre Terra”, una speciale visita con il Direttore per approfondire la storia del Bosco, conosciuto con questo nome sin dal XIII secolo, ed il restauro che di esso è stato realizzato dal FAI che ha recuperato e restituito al pubblico 64 ettari di natura. Una particolare attenzione verrà data agli aspetti ambientali che caratterizzano questo luogo. Alla fine della visita sarà possibile partecipare a una degustazione di prodotti del FAI e dell’olio del Bosco.

Il 22 aprile, infine, presso la Cittadella Laudato Si’, sono previsti due momenti. La mattina, alle ore 11.00 ci sarà l’inaugurazione del progetto ASSISI Terra Laudato Si’, alla presenza del sindaco di Assisi Stefania Proietti, del vescovo di Assisi- Nocera Umbra- Gualdo Tadino e di Foligno, mons. Domenico Sorrentino, del custode del Sacro Convento fra Marco Moroni OFMConv, del provinciale dei frati minori fra Francesco Piloni OFM, del Rettore del Santuario della Spogliazione fra Marco Gaballo OFMCap, della direttrice del Bosco di S. Francesco Laura Cucchia, e delle associazioni del territorio, oltre al consiglio internazionale del Movimento Laudato Si’.

Tra i diversi partecipanti, ci saranno anche gli studenti dei principali istituti superiori di Assisi, parte di un processo didattico-educativo sulla cura della casa comune. Interverranno il dott. Vito Stanzione del CNR, impegnato in Antartide su attività di rilevamento del clima; la suora francescana Mary Frances Traynor, che racconterà la sua esperienza dal primo Earth Day, vissuto in Wisconsin, nel 1970; Susana Refega, nuova direttrice internazionale del Movimento Laudato Si’, che situerà la celebrazione nel suo contesto globale. Sarà l’occasione per condividere il concorso sull’ecologia integrale, promosso dalla Cittadella Laudato Si’ e destinato alle scuole italiane. L’evento sarà vissuto in collegamento con la maratona di Earth Day Italia #OnePeopleOnePlanet.

A conclusione della Giornata come avviene ormai da qualche anno, alle 18.30 ci sarà un momento interreligioso di spiritualità e di contemplazione del tramonto, alla presenza di mons. Domenico Sorrentino con membri di diverse confessioni cristiane e tradizioni religiose. Quest’anno si è scelta la Cittadella Laudato Si’ per collegare il tema della Giornata per la Terra con la spiritualità, nelle modalità seguite negli scorsi anni, ma in più con un richiamo al nuovo progetto che nasce in questa occasione. La preghiera, come di consuetudine, sarà coordinata dagli uffici Ecumenismo e dialogo delle Diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino e di Foligno e dal Centro Laudato Si’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*