Assisi Forum Acqua, Frati chiedono di ritirare logo Sacro Convento

 
Chiama o scrivi in redazione


Assisi Forum Acqua, Frati chiedono di ritirare logo Sacro Convento

Assisi Forum Acqua, Frati chiedono di ritirare logo Sacro Convento

Il Sacro Convento sul Forum mondiale dell’Acqua ad Assisi invoca un accordo globale sull’acqua pubblica sotto l’egida delle Nazioni Unite. Fra Marco Moroni, Custode del Sacro Convento, ha scritto una lettera a Endro Martini, presidente del comitato per la candidatura dell’Italia (Assisi, Firenze, Roma) per ospitare il World Water Forum 2024 e per conoscenza a Paolo Carsetti (segretaria Forum italiano Movimenti per l’acqua) e al sindaco Stefania Proietti, chiedendo «di rimuovere dal materiale informativo e promozionale della candidatura il logo, le firme e ogni menzione del Sacro Convento, della Basilica di san Francesco in Assisi e della comunità dei Frati Minori Conventuali».


Fonte: sanfrancesco.org


La lettera è stata scritta dopo un ampio confronto con le diverse realtà e in piena sintonia con la posizione del Comune di Assisi. Il Custode del Sacro Convento ha sottolineato come sia necessario «tener presente che esprimendo tale sostegno, il Sacro Convento, non essendo una pubblica amministrazione, né un’impresa, né una piattaforma a carattere scientifico e non rappresentando tantomeno una corrente politica, si limita, sia dal punto di vista della realizzazione dell’evento che da quello della comunicazione, ad offrire il proprio contributo ideale e valoriale non organizzativo. Chiediamo – continua fra Marco Moroni – che si attui un confronto libero e aperto a tutte le istanze della società, ivi comprese quelle che si riconoscono nel Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua e negli altri movimenti che nel mondo si battono per le stesse ragioni, e che abbia come obiettivo imprescindibile che l’acqua, in ogni parte del pianeta, sia a disposizione di tutti e non possa essere ritenuta bene privato o privatizzabile, come autorevolmente espresso da Papa Francesco nell’Enciclica Laudato si’: “l’accesso all’acqua potabile e sicura è un diritto umano essenziale, fondamentale e universale, perché determina la sopravvivenza delle persone, e per questo è condizione per l’esercizio degli altri diritti umani” (n. 30). Auspichiamo altresì un accordo globale vincolante sotto l’egida delle Nazioni Unite sull’acqua pubblica».

https://www.sanfrancescopatronoditalia.it/notizie/attualita/world-water-forum-2024-la-posizione-del-sacro-convento-di-assisi-52635

5 Commenti

  1. Bravi frati di Assisi, sempre avanti.
    Ma il Convegno si deve fare.
    Così costringono la sindaca di Assisi a prendere pubblicamente le distanze dalle multinazionali che ‘organizzano e patrociniano’ il Convegno.
    La “Laudato si” cozza molto con le Multinazionali dell’acqua.

  2. Finalmente un messaggio FRANCESCANO, l’acqua é di tutti non delle multinazionali.
    Comune di Assisi…batti un colpo se ci sei.

  3. All’interno del CdA del World Water Council abbiamo la FAO e UNESCO. Nella proposta inviata a Marsiglia scriviamo di un Forum Inclusivo aperto alla presenza di tutti e del controforum ricordando che nessuno deve rimanere indietro e solo . Ringrazio Padre Marco aperto al dialogo e al confronto: così. sarà se sarà Italia

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*