Assisi, l’Europa al centro della scuola socio-politica Toniolo

 
Chiama o scrivi in redazione


Assisi, l’Europa al centro della scuola socio-politica Toniolo

L’Europa, dalla sua storia ai cambiamenti, dalle crisi alle prospettive. È questo il tema del ciclo di lezioni della Scuola socio-politica “Giuseppe Toniolo” della diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino che prenderà il via venerdì 1 febbraio alle ore 17.00 all’Istituto Serafico di Assisi con una relazione dal titolo: “Il processo di integrazione europea: risultati, problemi, prospettive”. A tenerla dopo i saluti delle autorità e l’introduzione del vescovo monsignor Domenico Sorrentino sarà Ugo Villani, professore emerito di diritto interazione all’Università di Bari “Aldo Moro” e presidente del Consiglio scientifico dell’istituto di diritto internazionale per la pace Giuseppe Toniolo.

“L’Europa, nata all’indomani della seconda guerra mondiale da un sogno di pace fondato su valori comuni, si ritrova ad un bivio – dice la responsabile della Scuola diocesana Francesca Di Maolo – . In molti vorrebbero cancellarla, altri, invece, vorrebbero ricostruirla per affrontare insieme le sfide globali che attanagliano le nazioni. Cosa è stato del sogno dei padri fondatori e della felice intuizione di cattolici come Konrad Adenauer, Alcide De Gasperi e Robert Shuman?

Essi ebbero il coraggio di mettersi al servizio del bene comune attraverso strade inedite volte a cercare soluzioni condivise a problemi che a poco a poco diventavano comuni. Il progetto dei padri fondatori non riguardava solamente la costruzione di un nuovo sistema politico che, all’indomani della guerra, permettesse un periodo di pace e di prosperità, ma voleva anche salvaguardare valori umani, morali e spirituali delle civiltà del vecchio continente. Ecco perché per l’anno 2019 la Scuola Giuseppe Toniolo – continua Di Maolo – si pone l’obiettivo di creare un percorso di conoscenza dell’Europa: non l’Europa delle procedure e dei limiti, ma quella dei contenuti che investono i temi della solidarietà, della famiglia, del lavoro, dell’impresa, della pace e della dignità umana. I tempi attuali sono contraddistinti da marcate lacerazioni, e i confini interni dell’Europa tornano a moltiplicarsi.

Sono confini di matrice economica, politica e culturale, ma i tempi più difficili sono anche quelli più fertili per ritrovare e condividere grandi ideali. I tempi sono maturi per avere il coraggio di tornare a sognare ancora un progetto Europa: ‘quello che ruota non intorno all’economia, ma intorno alla sacralità della persona umana, dei valori inalienabili – ha detto papa Francesco al Parlamento europeo nel novembre del 2014 –  l’Europa che abbraccia con coraggio il suo passato e guarda con fiducia il futuro per vivere pienamente e con speranza il suo presente’”. Il ciclo di lezioni proseguirà fino a maggio con esperti e docenti universitari che affronteranno le diverse questioni suddette. Per informazioni e iscrizioni basta inviare una email a: scuolasp@assisi.chiesacattolica.it, oppure andare sul sito della diocesi e scaricare il modulo di iscrizione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*