Cantieri della Cultura, dal MiC 1,8 milioni di euro per Assisi

Franceschini: un ambizioso progetto per una nuova e più organica fruibilità storico culturale e religiosa

 
Chiama o scrivi in redazione


Cantieri della Cultura dal MiC 1,8 milioni di euro per Assisi

Cantieri della Cultura, dal MiC 1,8 milioni di euro per Assisi

Il Ministero della Cultura investe in Umbria 1,8 milioni di euro su circa 200 milioni stanziati con la Programmazione Strategica 2021 – 2023 “Grandi Progetti Beni Culturali”, destinati a 38 interventi sul territorio nazionale. Progetti varati dal Ministro Dario Franceschini e approvati oggi in Conferenza Unificata Stato – Regioni.


Fonte: Ministero della Cultura


“Il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale è uno degli assi fondamentali su cui si fonda la crescita economica e sociale del Paese. Questo intervento rientra tra i 38 progetti strategici che il ministero ha portato in Conferenza Stato Regioni a conferma della centralità della cultura nell’azione di politica economica del governo” così il ministro della Cultura, Dario Franceschini.

Il finanziamento è qui dedicato al complesso progetto di recupero e valorizzazione dell’antico Episcopio di Assisi; alla realizzazione del Santuario della Spogliazione, del Museo della Memoria, al restauro della Cinta muraria del III sec. e al miglioramento dell’accessibilità della Domus di Properzio, per una migliore e più organica fruizione dell’intero Vescovado e della Chiesa di Santa Maria Maggiore.

Nella prospettiva delle Celebrazioni per gli Ottocento anni dalla morte di San Francesco, nel 2026, per le quali lo stesso MiC ha istituito un Comitato Nazionale, gli interventi costituiranno un’opportunità per garantire al visitatore una maggiore leggibilità del contesto storico, sociale e religioso della città. Attraverso lavori di restauro e risistemazione della cinta muraria e di tutte le aree ad essa esterne, sarà possibile creare un percorso organico, arricchito dalla realizzazione del Museo della Spogliazione e dal Museo della Memoria, e dal nuovo accesso alla Domus, dove saranno musealizzati i reperti delle aree archeologiche, il tutto dotato di impianti atti a farne un uso polivalente, anche come auditorium.

L’obiettivo di tutti i “Grandi Progetti” è favorire il rilancio della competitività territoriale del Paese e la crescita economica e sociale, attraverso interventi organici di tutela e riqualificazione, di valorizzazione e promozione culturale, anche nell’ottica dello sviluppo e del rinnovamento dell’offerta turistico culturale.

Tutte le informazioni sui 38 progetti approvati oggi dalla Conferenza Stato-Regioni sono disponibili su www.cultura.gov.it/gpbc2123.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*