Il Comune approva linee programmatiche amministrazione 2021-2026

 
Chiama o scrivi in redazione


Il Comune approva linee programmatiche amministrazione 2021-2026

Nell’ultima seduta il Consiglio Comunale ha approvato le linee programmatiche dell’amministrazione per il mandato 2021-2026.


Fonte Ufficio Stampa
Comune di Assisi


La spinta dell’azione amministrativa è “prendersi cura di Assisi” e i contenuti ricalcano il programma presentato agli elettori che il 3 e 4 ottobre scorsi hanno premiato il sindaco Stefania Proietti e la sua coalizione.

“Il programma, con il quale ci siamo presentati alla città – ha spiegato il sindaco chiedendo alle assisane e agli assisani di rinnovarci la fiducia, non ha il solo obiettivo di completare il lavoro fatto nei primi cinque anni ma si propone di realizzare la nuova Assisi, l’Assisi rinnovata – così l’abbiamo definita in ricordo della studiosa Gemma Fortini –  una Assisi protagonista nel post Covid, che vuole continuare a essere baluardo di valori e punto di riferimento per il futuro dell’Umbria, dell’Italia e dei comuni, del mondo. ‘Assisi non è una città come le altre. Assisi porta impresso il volto di San Francesco’,  Papa Francesco lo ha ricordato nel suo discorso della visita del 12 novembre in occasione della giornata mondiale dei poveri.

La nostra coalizione si è unita intorno a un comune macro-obiettivo “continuare l’azione amministrativa, osservando la nostra città con lo sguardo dei più deboli, così da costruire una città migliore per tutti”. Vogliamo essere a tutti gli effetti la città messaggio di Francesco, segnando nella vita di Assisi, non solo a parole, la cura del creato e dei più deboli, che significa ascoltare il grido della terra e il grido dei poveri”.

“Le linee programmatiche – ha aggiunto il sindaco – sono ispirate ai nostri valori, alla visione strategica sul futuro di Assisi maturata sulla base dell’esperienza del mandato 2016-2021, alla ricerca del bene comune, ai principi della Costituzione, della democrazia, della legalità, della solidarietà, della partecipazione popolare e della trasparenza per costruire una comunità responsabile e orientata all’inclusione di tutti”.

“Continueremo così a guidare Assisi – ha concluso il sindaco -, con competenze, responsabilità, umiltà e coraggio, verso il 2026, ottocentenario del transito di San Francesco, prendendoci cura di Assisi, della nostra città e della nostra comunità”.

Questi i dieci punti programmatici illustrati dal sindaco nell’aula consiliare:

  • ASSISI DI TUTTI E CON TUTTI |Inclusione e fragilità socio-economiche – la città che mette i più fragili al centro dell’azione politica
  • AMBIENTE E SOSTENIBILITA’ | Assisi capitale dell’ecologia integrale – Assisi capitale mondiale dell’ecologia
  • FRAZIONI AL CENTRO | Assisi unica e unita – la città in cui non esistono periferie
  • ASSISI CITTA’ DEI BAMBINI, DEI RAGAZZI, DEI GIOVANI | Priorità a scuola, servizi socio-educativi, cultura, patti di collaborazione per l’uso dei beni comuni – formazione, educazione, cultura: sapere è potere
  • UN NUOVO ‘COMUNE’ | Amministrazione cittadino-centrica al servizio della Città – Assisi smart city #smartassisi
  • IL RESPIRO INTERNAZIONALE | Assisi, meta del turismo nazionale e internazionale, città della bellezza, del dialogo, della pace, dei nuovi stili di vita – turismo, bellezza, Unesco = Assisi 2026
  • TERRITORIO E VIVIBILITA’ | Infrastrutture, opere pubbliche, patrimonio, qualità urbana, mobilità sostenibile, infrastrutture di connessione – valorizzazione del territorio e qualità urbana
  • ASSISI SICURA | Accogliere, abitare, vivere con nuove regole – sempre più sicurezza, trasparenza, legalità a favore di cittadini e istituzioni
  • LAVORO, FISCALITA’, INNOVAZIONE, INSEDIAMENTI INDUSTRIALI INNOVATIVI E SOSTENIBILI | Percorsi di sviluppo capaci di futuro – se qualcuno aiuta un altro dandogli da mangiare, il politico crea per lui un posto di lavoro
  • SPORT, ASSOCIAZIONI, MOVIMENTI, VOLONTARIATO, COOPERAZIONE, TERZO SETTORE, UTILIZZO BENI COMUNI, INNOVAZIONE SOCIALE| Insieme per crescere – verso la terza economia

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*