Presentato emendamento realizzazione mini isola ecologica a Petrignano

 
Chiama o scrivi in redazione


Approvato il progetto della mini isola ecologica a Petrignano

VSRP: No data available
Presentato emendamento realizzazione mini isola ecologica a Petrignano

Nell’ultimo consiglio comunale, ove è stato approvato il Bilancio preventivo 2021, abbiamo presentato il sottoscritto, Ivano Bocchini e Luigi Bastianini un emendamento in cui si chiedeva la realizzazione di una mini isola ecologica nella zona di Petrignano, Palazzo e Torchiagina. Nel Bilancio preventivo è prevista la realizzazione di un isola ecologica a premi fintiate con un contributo dell’AURI di 42.100 € più un finanziamento proprio dell’Amministrazione Comunale.

La proposta dell’Amministrazione è quella di replicare quanto realizzato nella Piazza del Mercato di Bastia Umbra ove è installa una isola ecologica a premi che prevede il ritiro di una serie di rifiuti con relativa pesatura degli stessi. Se passate di là andate a vedere questo oggetto e vi rendere conto, pur nella sua indubbia utilità, che è quello che serve nella zona di Petrignano, Torchiagina e Palazzo ove il nume degli abbandoni di oggetti ingombranti è abbastanza elevato. Occorre realizzare un luogo ove è possibile conferire un materasso, una televisione del vetro di recupero ecc. perchè è questa la strada da percorrere.

LEGGI ANCHE – Stefania Proietti annuncia la ricandidatura a sindaco di Assisi

Ritengo inoltre assolutamente necessario sistemare l’ingresso dell’isola ecologica del Ponte Rosso. Non sogniamo di spostare l’isola ecologica in altra zona, la discussione di questi giorni sui siti dove realizzare i bunker delle scorie nucleari è abbastanza significativa.

L’isola ecologica deve rimanere dove è e dobbiamo cercare di migliorarla e renderla all’altezza del luogo ove si trova. In questa prospettiva occorre realizzare una pesa del materiale conferito e utilizzare degli incentivi economici per favorire il riciclo.

Naturalmente queste proposte sono state respinte dalla maggioranza. Mi dispiace ma abbiamo perso cinque anni che potevano, con le risorse a disposizione che si sono avute, trovare una giusta soluzione a questo problema.

/Antonio Lunghi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*