Primo tavolo di lavoro su sanità, Pastorelli si dice soddisfatto dell’esito

 
Chiama o scrivi in redazione


Consiglio comunale aperto sull'ospedale di Assisi

Primo tavolo di lavoro su sanità, Pastorelli si dice soddisfatto dell’esito

Pastorelli (Lega): tratto assisano, pista ciclabile Spoleto-Assisi, nel degrado
Stefano Pastorelli

Il capogruppo Lega in Regione Umbria Stefano Pastorelli si dice “soddisfatto dell’esito di ieri del primo tavolo di lavoro sulla sanità del territorio” dove si è parlato dell’ospedale di Assisi e del suo potenziamento, insieme ai sindaci – o loro delegati – dei comuni di Assisi, Bastia, Bettona, Cannara e Valfabbrica.


Fonte Ufficio Stampa
Lega


“Ringrazio della presenza i primi cittadini e la vicepresidente dell’assemblea Legislativa Paola Fioroni e ringrazio della disponibilità dimostrata il Direttore regionale salute e welfare dell’Umbria, Massimo Braganti – commenta Pastorelli – Insieme al Direttore abbiamo affrontato tematiche fondamentali inerenti la sanità del territorio e il nosocomio assisano.

Un confronto costruttivo, dal quale è emersa la preoccupazione comprensibile dei sindaci dopo due anni di pandemia e la loro richiesta legittima di un ritorno all’attività ospedaliera pre covid.

In questo senso le rassicurazioni dei vertici sanitari sulla volontà della Regione Umbria di lavorare affinché non solo vengano ripristinati tutti i servizi sanitari esistenti, ma si proceda ad un potenziamento delle strutture e delle professionalità e ad un’implementazione dei servizi al cittadino, attraverso la disponibilità di fondi regionali e del PNRR, come tra l’altro annunciato dall’assessore Coletto ed evidenziato da una mia mozione approvata in sede di Assemblea Legislativa.

Auspico sia stato questo solo il primo di una serie di confronti sui quali impostare un dibattito serio, utile anche a mandare ai cittadini dei messaggi basati sulla realtà dei fatti e non solo su visioni politiche e strumentalizzazioni.

Prendo atto che questa volontà mia e della Lega Umbria di avviare un percorso di confronto tra vari attori e forze politiche diverse, non appartenga a tutti. Dispiace non essere stato invitato all’evento organizzato per il 5 marzo dal Comitato creato da certa parte politica di sinistra. C’è chi lavora per costruire e chi per distruggere e mistificare. Di questo i cittadini assisani se ne sono resi conto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*