📰 Rassegna stampa 📰 – Top manager Decroo,Noi belgi innamorati di Assisi

 
Chiama o scrivi in redazione


Premio Nobel Pace Yunus ad Assisi per lectio magistralis su economia circolare

Top manager Decroo,Noi belgi innamorati di Assisi

Dopo Merkel e Juan Manuel Santos arriva il presidente Antonio Tajani«SCEGLIERE Assisi è stato naturale. All’inizio avevo pensato di investire in Toscana. Ma lì sentivotroppa gente parlare francese, inglese e tedesco. È in quel momento che ho scoperto quello che considero il gioiello nascosto dell’Italia: l’Umbria». Jean Luc Decroo, originario di Gand deliziosa città belga, top manager di lungo corso prima e imprenditore nel settore delle telecomunicazioni poi, cercava un luogo speciale. «L’ho trovato – dice – grazie a internet, è così che mia moglie Astrid ha selezionato l’im-mobile. 24 ore dopo siamo sbarcati a Costa di Trex ad Assisi ed è stato subito amore a prima vista. Poche settimane più tardi è iniziata la nostra avventura umbra». L’immobile in questione è stato restaurato così come lo spazio esterno che guarda da un lato sulla vallata, dall’altro sul monte. È diventato un giardino naturalistico con tanto di piante officinali e ulivi.

L’interno, arredato con mobili acquistati in giro per il mondo nelle capitali in cui mister Decroo ha lavorato: da Singapore a New York, da Barcellona ad Atene, dal Pakistan al Sud Africa alla Cina, è un mix di fascino e storia. «Ci sono tanti Paesi che mi piacciono – continua Decroo –, Francia, Spa-gna Grecia. Ma fin da ragazzo l’Italia ha sempre avuto un posto particolare nel mio cuore.

Amo la bellezza dell’Umbria, il cibo, la musica, la cultura, la spiritualità, la lingua italiana e soprattutto questa vostra arte dello “stare insieme”, la gentilezza delle persone e, naturalmente, la vostra resilienza e creatività». Lei è anche diventato un po’ ambasciatore di Assisi, nel Belgio e non solo. «Sì. Assisi è una città molto speciale.

Un magnifico “museo” da scoprire e visitare con attenzione, come i suoi dintorni del resto, straordinari, ognuno con qualcosa di caratteristico e unico. La vicinanza a Roma e Firenze contribuiscono al suo appeal». Chi ad Assisi la conosce, albergatori e ristoratori ad esempio, sa che Decroo ha attirato qui tanta gente. «Mi piace, quando vengo in Italia, invitare amici abituati alle grandi capitali internazionali. Arrivano a Casa Astrid e restano tutti meravigliati.

C’è qualcosa di molto speciale qui ad Assisi e Costa di Trex. Una unicità che è condivisa anche da tutti i miei amici. La chiamiamo la “Zona Zen” perchè chi arriva qui, magari dai ritmi frenetici di New York, dopo poche ore si rilassa, godendosi le cose più semplici. Di questi tempi non è certo poca co-sa». È vero che sta anche diventando un po’ mecenate del luogo?

«Mi piace partecipare e contribuire agli eventi culturali. Il 31 luglio ospiteremo il concerto al tramonto di Elise Caulawaerts and O-Celli nel contesto del Cambio Festival. Arriverà gente dall’estero per seguire l’evento. L’ingresso? È gratuito». Ci sarà pure qualche neo… «I tempi della burocrazia, ma non si può avere tutto… Mi piace pensare però che altri belgi che ora acquistano soprattutto in Spagna possano cambiare idea. L’Italia, l’Umbria meritano di più…». D.Miliani

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*