Campanile della cattedrale di San Rufino visitabile in altezza

Dal 3 aprile si può ammirare il panorama del centro storico e della pianura dal Campanile

Diocesi nelle scuole, ecco i vincitori del concorso, domenica le premiazioni

Campanile della cattedrale di San Rufino visitabile in altezza

Da Lorenzo Capezzali 
Assisi: Dal 3 aprile si può ammirare il panorama del centro storico e della pianura dal Campanile di San Rufino. E’ questa la notizia che ha fatto il giro della città la cui attesa era annunciata da tempo anche dopo l’inaugurazione ufficiale che n’è seguita. Un pezzo di storia monumentale e religioso della cattedrale di San Rufino, un rinomato punto di culto della città che ora acquista altro prestigio con l’escursione alla punta del campanile, confortato di tecnologia e sicurezza.

Don Cesare Provenzi

Don Cesare Provenzi, parroco, esprime parole di soddisfazione e ammirazione per  questo che rimane un bene nella tua interezza affascinante e sicuramente di effetto artistico e paesaggistico vita la sua alta collocazione su Assisi.

C’è da fare molte scale

Un lungo reticolo di gradini sovrasta l’ingresso per snodarsi sin sulla cima che per la prima volta viene concessa all’occhio di residenti e turisti nel quadro di una valorizzazione turistica ed estetico-familiare di molti frequentatori della cattedrale e di quanti  arrivano lì per ammirare il museo diocesano e parti di verde contigui.

C’è anche la Fondazione  della Cassa di risparmio di Perugia

Rimane sicuramente questo del campanile un recupero a tutto tondo frutto della collaborazione tra la parrocchia di San Rufino e la Fondazione della Cassa di risparmio di Perugia. Il campanile viene così restituito alla città un punto di interesse straordinario e panoramico, situato in un’area che solitamente rimane esclusa dai flussi turistici più cospicui ma che riveste una straordinaria importanza dal punto di vista spirituale, archeologico e storico-artistico.

L’accesso, da parte dei visitatori, sarà possibile sia dal sagrato del Duomo, adiacente al luogo che viene indicato come casa paterna di Santa Chiara, sia da via del Turrione; poi la salita, tramite scale, fino alla cella campanaria. Il campanile di San Rufino, cui si arriva dopo aver salito 130 gradini che sono stati messi in sicurezza mediante il montaggio di ringhiere di protezione e successivamente al restauro delle superfici calpestabili, sarà in seguito arricchito da due schermi che racconteranno la storia dell’Assisi romana e della Cattedrale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*