Cavalcata di Satriano e Parco Monte Subasio protocollo tra sindaci Comuni [Foto e video]

Cavalcata di Satriano e Parco Monte Subasio protocollo tra sindaci Comuni

Cavalcata di Satriano e Parco Monte Subasio protocollo valorizzazione tra sindaci Comuni
Sabato 25 alle 10.30 nella Sala del Consiglio della Città di Assisi, i quattro sindaci firmano il primo atto per istituzionalizzare lo storico percorso e l’evento: al via una fattiva collaborazione per la valorizzazione del Parco del Monte Subasio.

Assisi, nella sala del Consiglio del Comune, una delle manifestazioni caratteristiche della tradizione di Assisi storica e francescana trova per la prima volta un riconoscimento istituzionale.

Il Sindaco di Assisi Stefania Proietti, con Giovanni Bontempi, Sindaco di Nocera Umbra, Moreno Landrini, Sindaco di Spello e Lodovico Baldini, Sindaco di Valtopina hanno lavorato insieme ad un protocollo d’intesa tra i quattro Comuni che si estendono nel Parco del Monte Subasio, uno dei patrimoni naturalistici più preziosi della nostra Regione, che viene siglato oggi in occasione della presentazione del programma della 39esima edizione, quest’anno in programma l’1 e il 2 settembre.

Più che di obiettivo il protocollo inquadra più obiettivi

Più che di obiettivo il protocollo inquadra più obiettivi. Valorizzare la Cavalcata di Satriano, una delle manifestazioni caratteristiche della tradizione storica e religiosa umbra, legata all’ultimo viaggio terreno di San Francesco verso la sua Assisi, dettagliato nelle fonti francescane, rievocato da Arnaldo Fortini e fatto vivere, da quasi 40 anni, grazie ai Cavalieri di Satriano e a tante associazioni dei territori interessati. Ma anche intraprendere un percorso – rigorosamente a 4, affermano i Sindaci dei 4 Comuni che hanno elaborato e firmato il protocollo – di valorizzazione, promozione, rinascita del Monte Subasio il cui territorio è una delle aree protette della Regione Umbria, appunto il Parco del Subasio.

Proprio oggi sabato 25 agosto, alle 10.30 nella sala del Consiglio del palazzo comunale di Assisi, i sindaci di Assisi, Stefania Proietti, di Nocera Umbra, Giovanni Bontempi, di Spello, Moreno Landrini, e di Valtopina, Lodovico Baldini, con la partecipazione dell’associazione Cavalieri di Satriano nel corso della conferenza stampa firmeranno il protocollo.

Questo atto istituzionale getta le basi non solo per una valorizzazione dell’evento annuale e dell’itinerario (tradizionalmente percorso a cavallo ma percorribile in futuro anche a piedi o in bicicletta) e per rilanciare così il territorio del Parco del Monte Subasio con azioni coordinate volte allo sviluppo integrato ed alla promozione di un attrattore culturale e turistico dalle enormi – e ad oggi inespresse – potenzialità.

L’evento della Cavalcata di Satriano fu creato nel 1923, anno in cui il podestà Arnaldo Fortini costituì, insieme con altri illustri colleghi come Gabriele D’Annunzio e Guglielmo Marconi, la formazione della “Compagnia dei Cavalieri di Satriano” per ricordare l’episodio legato agli ultimi giorni di vita di San Francesco.

Ogni anno, nel primo fine settimana di settembre, si svolge questa passeggiata a cavallo che è anche rievocazione storica in cui viene ripercorso l’ultimo viaggio terreno di San Francesco verso la sua città natale. Nella due giorni, il gruppo di Cavalieri, organizzato da Giovanni Raspa con l’associazione dei Cavalieri di Satriano, parte dal Santuario francescano del Sacro Tugurio a Rivotorto di Assisi, raggiunge la Romita a Nocera Umbra (luogo in cui avrebbe dimorato il Santo) passando per Spello e Valtopina, per poi tornare di nuovo nella città serafica, attraversando tutte le tappe, le frazioni e le località percorse dal Santo accompagnato dai cavalieri della sua città: Villa Postignano, Santa Maria di Lignano località Montarelle, San Leonardo, Armenzano, Costa di Trex, località Pian della Pieve e tante altre.

        DICHIARAZIONE CONGIUNTA DEI SINDACI

“Questa firma dà corpo e sostanza a un’intesa fra i 4 Comuni interessati dalla Cavalcata di Satriano, un evento spettacolare, autentico, suggestivo lungo un percorso storico e naturalistico che può diventare permanente” affermano all’unisono i 4 Sindaci “Il protocollo di intesa tra i nostri 4 Comuni si propone l’obiettivo di ‘istituzionalizzare’ la Cavalcata creando un comitato che, nel tempo, la valorizzi e le garantisca continuità con l’impegno anche formale delle Istituzioni accanto alle Associazioni, i Cavalieri di Satriano, le tante proloco, i gruppi di cittadini, che ringraziamo sentitamente perché  ne hanno garantito, per decenni, lo svolgimento: questa affezione è segno inequivocabile del forte legame tra questo episodio francescano, la cura dei cavalli ed i nostri territori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vediamo nella Cavalcata di Satriano un itinerario che può attrarre durante tutto l’anno quei visitatori e quei turisti interessati alla spiritualità francescana della nostra terra e alla riscoperta di scorci naturalistici e paesaggi che sono rimasti inalterati dai tempi di San Francesco. Il protocollo – proseguono i Sindaci – si pone però anche un obiettivo programmatico e più ambizioso, come si può leggere nell’atto, che è quello di intraprendere insieme, come Comuni, un percorso di rinascita per il Subasio.”

“La Cavalcata di Satriano – affermano i 4 Sindaci – è il primo progetto integrato di valorizzazione del territorio del parco del Monte Subasio, in quanto istituzionalizzato dai Comuni i cui territori insistono nell’area naturalistica del Subasio, così preziosa quanto bisognosa di cura, attenzione, manutenzione, progetti di valorizzazione specifici. Vogliamo rendere il Monte Subasio un attrattore turistico, culturale e valoriale dei nostri territori. San Francesco lo percorse e lo visse insieme ai suoi compagni, vi si rifugiò in preghiera e nel raccoglimento, anche per questo è il Santo patrono dell’ecologia. Noi Amministratori, che abbiamo il privilegio di guidare territori che si riconoscono anche nel Monte Subasio, vogliamo far rinascere il Subasio come ricchezza per i nostri Comuni e per l’Umbria, ricchezza ambientale e paesaggistica ma anche culturale. Dialogando con le Istituzioni competenti e che hanno la responsabilità della gestione del Parco del Subasio, vogliamo ingranare un’altra marcia nella cura e nella valorizzazione della nostra preziosa montagna. E vogliamo farlo insieme, Assisi, Nocera Umbra, Spello e Valtopina – hanno concluso i 4 Sindaci – a partire dalla firma di questo protocollo, che diventa un atto programmatico per la rinascita del Subasio.”

DICHIARAZIONE CAVALIERI DI SATRIANO

“Arriva dopo tanto impegno la presa d’atto formale, da parte delle amministrazioni comunali, del significato storico della cavalcata, un’iniziativa che riunisce i quattro Comuni che fanno parte del Subasio” dichiarano con un’unica voce i membri dell’associazione culturale Cavalieri di Satriano. Nel 1980, nell’anno della prima edizione della cavalcata, i primi Cavalieri erano in dodici. Nelle edizioni migliori – prosegue Giovanni Raspa – con l’aiuto del bel tempo e una sensibilità particolare nei confronti del cavallo, abbiamo superato le 200 presenze, molte delle quali da Lazio, Marche e Toscana. In anni più recenti, complice la crisi economica, siamo rimasti in 120 circa, ma vale sempre la pena. È un viaggio nel tempo e nella storia. Una liturgia a cavallo”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*