Il Natale ad Assisi nel segno della cultura tra San Francesco e Unesco

 
Chiama o scrivi in redazione


Il Natale ad Assisi nel segno della cultura tra San Francesco e Unesco

Assisi in questi giorni è un grande presepe che abbraccia tutta la città con luci, suoni e colori nel segno della spiritualità e della tradizione. Continuano gli eventi del Natale ad Assisi, che non si ferma neanche nei giorni della festa: tanti eventi e iniziative che toccheranno il centro storico e le frazioni, i luoghi più noti e meno noti di Assisi, e che si accompagnano alle attrazioni ricorrenti delle feste: il trenino, il video mapping, la pista da pattinaggio e la casa di Babbo Natale, senza dimenticare le due esposizioni che celebrano il Santo di Assisi, l’esposizione nella sala ex Pinacoteca “inTORNO a Francesco”, inserita nell’ambito del progetto Uffizi diffusi, e la mostra “Il volto di San Francesco nella Controriforma”, esposizione a cura della Fondazione Cari Perugia Arte ospitata a Palazzo Bonacquisti.

Fino al 6 gennaio 2022, a Palazzo Bonacquisti di Assisi, è aperta la mostra “Il volto di San Francesco nella Controriforma”, uno spazio espositivo dedicato all’iconografia di San Francesco dove sono state collocate le opere di soggetto francescano realizzate tra Cinque e Seicento appartenenti alla Collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia esposte in precedenza nel Museo di Palazzo Baldeschi di Perugia. Nel segno della spiritualità, attraverso questa iniziativa la Fondazione ha voluto dare concreta evidenza al contributo offerto dai francescani, anche sul versante della figuratività, alla causa della Chiesa riformata.

In tale direzione che vanno le opere esposte, tutte caratterizzate dall’ardente devozione di Francesco per la croce di Cristo, spesso abbracciata dal Santo per rendere tangibile la sua partecipazione emotiva, quasi fisica, alle sofferenze del Signore. Del resto, è l’Imitatio Christi a ispirare la vita di Francesco: basti pensare all’episodio delle Stimmate largamente sfruttato dall’iconografia francescana e utilizzato come valido sostegno della predicazione. Il percorso espositivo, che resterà aperto fino al 6 gennaio 2022, è stato organizzato anche in vista delle iniziative che la Fondazione intende promuovere in occasione delle celebrazioni dell’ottavo centenario della morte di San Francesco che si terranno nel 2026.

Anche l’esposizione “inTORNO a Francesco”, nella Sala ex Pinacoteca, si chiuderà il 6 gennaio 2022: prima della chiusura, alle 16 del 5 gennaio, un finissage con relazione della dott.ssa Daniela Parenti, funzionario responsabile della pittura dal Medioevo al Quattrocento e delle icone russe alle Gallerie degli Uffizi. Green pass obbligatorio.

Da segnalare infine due iniziative, a cavallo tra Capodanno e la Befana, all’insegna di “Assisi 20 anni di UNESCO”: la prima si svolge il 29 dicembre alle 15.30 e si chiama “Documenti per la storia della Chiesa di Assisi”, una visita guidata alla Biblioteca Diocesana, Archivio Diocesano e Archivio Capitolare di San Rufino. L’iniziativa, a cura del direttore Pier Maurizio Della Porta, è a ingresso libero con prenotazione obbligatoria (massimo 40 persone). Obbligo di green pass e mascherina. Info 075 8138680 e biglietteria.iatassisi@coopculture.it. Il 7 gennaio alle 16 è invece la volta di una visita guidata al Fondo Antico della Biblioteca Comunale di Assisi presso il Sacro Convento. L’iniziativa è a cura di Frate Carlo Bottero, direttore della Biblioteca del Sacro Convento. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria: centrodf@gmail.com. Obbligo di Green Pass e mascherina (massimo 40 persone).

Nel Natale Assisi non mancano anche le iniziative per grandi e piccini. Fino al 9 gennaio, dalle 10 alle 19 con partenza ogni 30 minuti, il tradizionale “Trenino di Natale – Assisi Christmas Tour”, che propone un tour emozionale alla scoperta della città. Accompagnati dal racconto di un’audio guida sarà possibile immergersi, avvolti dalla magia del Natale, nella cultura di una città che non smette mai di meravigliare. A Palazzo Monte Frumentario, nel centro storico di Assisi, dal 24 al 6 gennaio, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, torna anche la Casa di Babbo Natale, dove Santa Claus aspetta gratuitamente grandi e piccoli per aprire le porte del suo magico mondo.

Proprio la Casa di Babbo Natale, dal 24 dicembre al 6 gennaio, si arricchisce di interessanti novità.

Tutti i giorni, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00 area giochi attiva per tutta la famiglia. Angoli morbidi e zona relax per trascorrere qualche minuto sfidandosi a giochi di logica, abilità e piccoletti lavoretti artistici. Inoltre il 24 dicembre e il 5 gennaio alle ore 16:30 laboratorio gratuito “Crea i biscotti di Natale con le tue mani! – La cuoca pasticciona Sara ti aspetta!”.  Attività su prenotazione (durata 60 minuti circa), riservata ad un massimo di 10 bambini e bambine nel rispetto delle norme di sicurezza. Per info e prenotazioni info@ideattivamente.it o 3703402683.

Tutte le attività si svolgono in collaborazione con IdeAttivaMente.

Fino al 6 gennaio, in piazza Garibaldi a Santa Maria degli Angeli, con orario 10 – 12:30 e 15- 18, sarà infine presente la pista di ghiaccio, che consentirà a grandi e piccini di pattinare godendo di una vista panoramica unica sulla Basilica e su Assisi Città Presepe. Tutte le iniziative si svolgono nel rispetto della normativa anti Covid-19 vigente, per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.nataleassisi.it e le pagine social https://www.facebook.com/nataleassisi, https://www.instagram.com/nataleassisi/ e https://twitter.com/nataleassisi .

1 Commento

  1. Nell’Italia, paese di autocelebrazione, non poteva fare eccezione Assisi. L’autocelebrazione degli eventi fantastici, partecipati, coinvolgenti, avvolgenti, fantasmagorici, non poteva mancare. Peccato però che, anche grazie al nostro illuminato governo anche quest’anno il periodo di Feste si sia ridotto al solito flop che se non fosse sopratutto economico probabilmente interesserebbe a pochi, vista l’apatia storica degli assisani.
    Un esempio su tutti, ieri doveva esserci in Piazza del Comune la presenza di Babbo Natale con gli Elfi, peccato che la manifestazione sia stata annullata !!!. Quei pochi, sparuti, tristi, disorientati turisti presenti sono rimasti con un palmo di naso!!.
    Il neo assessore cosa dice? I roboanti annunci e conferme dell’efficienza della macchina comunale dove sono?
    Assisi é DESERTA, senza vita, come nei peggiori mesi della pandemia.
    Bravi!!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*