Concerto della Buonanotte al Bosco di San Francesco, edizione straordinaria Green Music

 
Chiama o scrivi in redazione


Concerto della Buonanotte al Bosco di San Francesco, edizione straordinaria Green Music

Inizierà ad Assisi, nel terzo weekend di luglio,  il Festival Internazionale Green Music, uno degli eventi musicali di riferimento nel panorama nazionale e che da cinque edizioni a questa parte richiama in Umbria decine di migliaia di spettatori da tutta Italia e dall’estero.

Non un festival qualsiasi ma una vera e propria compilation musicale, una collisione tra generi artistici e spettatori diversi che si ritroveranno ogni volta in location naturali uniche nel “cuore verde d’Italia”. Terra ricchissima di bellezze, l’Umbria e la sua natura saranno infatti i principali protagonisti del Festival diretto ed ideato dal Maestro Maurizio Mastrini, il quale ha deciso di rendere ancora una volta l’ingresso libero e gratuito per tutti coloro che lo vorranno.

La tappa di Assisi rappresenta indubbiamente una delle più emblematiche del Festival, dove le suggestioni sonore della chitarra del Maestro Alessandro Minci si fonderanno con la bellezza di un luogo unico ed inaspettato, ambiente di armonia e di silenzio posto ai piedi della grandiosa Basilica Superiore di Assisi. Il bosco di San Francesco infatti non sarà solo una straordinaria scoperta ma una vera e propria forma di pellegrinaggio nella storia e nel sacro. Nei suoi 64 ettari di verde che l’incuria aveva ridotto a una discarica e che il Fondo Ambiente Italiano (FAI) ha interamente recuperato, Alessandro Minci inaugurerà l’anteprima del Festival con la sua esibizione “Strings for Love – solo chitarra”, unica tappa che richiederà agli spettatori un biglietto di ingresso dal costo di 10 € o di 8 € per i soci FAI.

Il Maestro Minci ha preannunciato una esibizione di grande originalità e ricchezza, precisando che “il concerto di Sabato 17 luglio sarà un viaggio in quelle che sono state le melodie pop che più hanno influenzato il corso della mia carriera. L’esibizione spazierà da brani di Louis Armstrong a Sting, dalla chitarra di Pino Daniele a quella di Coldplay; arrivando fino a Lucio Battisti”.

Il suddetto concerto rifletterà ciò che è stata la formazione musicale dell’artista, una educazione solida e variegata che ha trovato nella musica pop e classica la sua principale fonte di ispirazione. La tappa di Assisi farà da preludio ai progetti futuri del chitarrista, che con tutta probabilità vedranno tanti altri concerti dalle tonalità pop e soprattutto la pubblicazione di un nuovo album dal repertorio inedito.

Per ciò che riguarda il Festival, questo concerto introdurrà altre 35 date che si susseguiranno dal 31 luglio fino al 5 settembre e che vedranno ospiti del calibro di Andrea Morricone, Marco Masini, Alessandro Haber, Andrea Griminelli, Moni Ovadia e due concerti del Maestro nonché direttore artistico Maurizio Mastrini. Nel primo dei due, il pianista Mastrini sarà accompagnato dalla “Profundis Orchestra” della Macedonia mentre nel secondo suonerà alle prime luci dell’alba numerosi brani tratti dal suo ultimo album ‘Lockdown’; il tutto nel rinomato ‘Concerto dell’Aurora’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*