Universo Assisi, verso il gran finale con Michele Placido e l’Anonima Frottolisti

Universo Assisi, verso il gran finale con Michele Placido e l’Anonima Frottolisti

Universo Assisi, verso il gran finale con Michele Placido e l’Anonima Frottolisti. Dopo aver incassato diversi sold out – dal concerto di Michael Nyman agli incontri di Bjarke Ingels e Patricia Urquiola, alle visite guidate – e l’ultima calorosa partecipazione di pubblico  anche nei due appuntamenti musicali che hanno chiuso la giornata di ieri (venerdì 27), Ghemon e Tangram al Bosco di san Francesco, “Universo Assisi” si avvia verso il gran finale portando in scena un’opera in esclusiva di Michele Placido con l’Anonima Frottolisti, l’ensemble di musica antica eccellenza artistica del territorio.

Per domani (29 luglio), l’ultima giornata del festival organizzato da Città di Assisi, in collaborazione con Fia, Fondazione internazionale Assisi, inizia con una rilassante passeggiata che coniuga patrimonio artistico e natura: una visita guidata a San Benedetto al Subasio, dalle 8,45 alle 12,30: il ritrovo è ai giardini Porta Nuova, dove è prevista la partenza con le navette.

Il rientro è a piedi, lungo il sentiero di media difficoltà (si consiglia abbigliamento comodo). La partecipazione è gratuita, su prenotazione allo 075 8138680. Al Parco Regina Margherita, più noto come “Pincio”, dalle 10.30 alle 12.30 i piccoli possono cimentarsi nei laboratori organizzati per creare la loro città ideale (ingresso libero); l’appuntamento si ripeterà dalle 17 alle 19 ma nella Sala Palazzo Capitano del Popolo in Piazza del Comune, con una mostra degli elaborati prodotti durante i laboratori.

Alle 18, per la sezione “Assisi Incontra”, toccherà a Lucia Brandoli all’Anfiteatro della Pro Civitate Christiana con “Da ‘A letto non si pensa al futuro’, una riflessione su un mondo dove ‘gli adolescenti sanno inutilmente tutto e la maturità non sa più utilmente niente’” (ingresso libero); a seguire, quindi stesso luogo, alle 19, la scena sarà per Marco Petroni con “Tra filosofia e progetto, la nuova singolare visione di uno dei più interessanti teorici Italiani”.

Nel frattempo, si potrà godere, fino a domani sera, della suggestiva installazione visiva di Luca Trevisani allestita dentro il complesso dell’ex Montedison, un bene di archeologia industriale riaperto al pubblico, e la mostra di Antonio Ottomanelli a Palazzo Monte Frumentario.

Un bel mix di appuntamenti e di interessanti opportunità per scoprire e vivere luoghi incantevoli assai poco noti di Assisi, in attesa del concertoalle 19,45, di Antonella Ruggiero (20 euro, servizio navetta gratuito da parcheggio Ponte San Vittorino), “Souvenir d’Italie” al Bosco di san Francesco, un percorso nella storia musicale italiana anteguerra con brani anni ‘20, ‘30 e ‘40 interpretati in chiave jazz.

E poi l’ultima chicca del festival: lo straordinario spettacolo “Gloriosus Franciscus” sul sagrato della Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli, altro luogo segreto toccato quest’anno dalla rassegna. Un’opera unica di Michele Placido con l’Anonima Frottolisti, un viaggio attraverso musica e letteratura dedicata a San Francesco, un percorso culturale e artistico che muove dalle fonti manoscritte medievali, alle opere a stampa rinascimentali, un’immagine antica e al contempo universale, prodotta in esclusiva per il pubblico di “Universo Assisi”.

 

Eventi in Umbria

8 Commenti

  1. Stamattina passeggiando dentro assisi ho parlato con alcuni residenti e un paio di albergatori che mi hanno confermato ( purtroppo e lo sottolineo) che anche quest’anno universo Assisi è stato seguito dai residenti del comune (e non molti essendo di “nicchia”) ma non ha trainato un bel niente a livello di turisti (conferma da alcuni albergatori del centro). Investimento da ripetere ancora? ( 2 anni quasi 1 milione di euro spesi). Credo vada fatta una seria riflessione da parte di chi amministra.

  2. E una questione di punti di vista,
    I numeri di questa manifestazione sono in grande crescita e non certamente solo a livello locale. E’ un investimento sul futuro, quindi c’è bisogno di tempo per farsi conoscere.
    https://www.assisioggi.it/arte-cultura/universo-assisi-successo-10-mila-presenze-43759/
    Oltre la percezione di alcuni albergatori o residenti abbiamo oggi altri strumenti che indicano la diffusione e l’interesse delle persone.
    Leggendo l’articolo sul link si comprende meglio
    Pace a Voi

  3. Caro dott.Migliosi io non intervengo quasi mai a commentare i vari articoli però seguo quelli degli altri e mi corregga se sbaglio lei è tra i più presenti nel commentare ma soprattutto difendere a spada tratta l’operato di questa amministrazione che a sentire lei non sbaglia un colpo e non dovrebbe essere criticata visto che lei interviene prontamente per bloccare sul nascere qualsiasi democratica idea contraria. Credo che denoti insicurezza e poco senso critico che se ascoltato invece a volte potrebbe aiutare chi amministra a riflettete sulle cose realizzate e capire gli errori fatti (non conosco nessuno che non sbagli). Riflessione doverosa. Commenti di meno e rifletta di più…e mi permetta..sono d’accordo con altri che mi hanno preceduto. La smetta di inviare benedizioni che non appartengono alla sua figura di laico e che credo non piacciono neanche a chi invece le benedizioni le impartisce in virtù dell’abito che porta. Buona giornata

  4. Cortese sig. Gatto, le volevo precisare umilmente alcune cose.
    Spesso intervengo su questo libero blog ma non sempre, infatti intervengo quando ritengo che ciò che viene riportato nel commento contiene delle inesattezze.
    Di norma infatti premetto proprio questo, che l’intervento serve a “documentare” le inesattezze che possono distorcere i fatti commentati.
    Anche il commento con cui ho risposto alla sua affermazione precedente non era certo riferito a lei o alle sue idee ma al tema del commento ovvero i numeri della manifestazione di UniversoAssisi.
    Ho riportato quindi un link giornalistico che contiene dei numeri con le fonti utilizzate per produrli.
    Dicendo anche che una cosa è riportare delle impressioni diverso è riportare l’esito numerico di fonti misurabili.
    I commenti quindi su cui non intervengo evidentemente non contengono precisazioni da fare, anche se potrei non essere d’accordo con le idee espresse.
    Per il punto delle benedizioni ancora una volta mi sento di intervenire in quanto quella frase con cui inizio il dialogo o lo finisco NON è una benedizione ma una esortazione.
    Una esortazione che indica lo spirito che anima i miei interventi, ovvero quello di non alzare il tono ma semmai di abbassarlo riportando i commenti ai dati numerici cercando di chiarire eventuali imprecisioni.
    In ultimo sempre per precisare, anche una benedizione (bene dizione dire bene) è assolutamente nel ruolo del credente laico (un padre o una madre salutano ordinariamente un figlio con una benedizione …)
    Quindi non me ne voglia se invoco la pace su tutti coloro che frequentano il blog, mi creda, un po di pace in più non può farci che bene a me in primis.
    Pace a noi

  5. Quindi se ho ben capito lei che è il detentore della verità o almeno crede di esserlo interviene per correggere le inesattezze degli altri per il bene di coloro che sbagliano. Lei è un presuntuoso caro sig. Migliosi e questo non fa certo onore alla formazione politica a cui appartiene ( non so neanche come si chiama) che penso dovrebbe intervenire nei suoi confronti. Faccia un bel bagno di umiltà e lasci che chi la pensa diversamente da lei sia libero di esprimere il proprio dissenso. Se non lo sapesse si chiama DEMOCRAZIA.

  6. Caro sig. Gatto mi trovo ancora ad intervenire per precisare un concetto, quello del COMPORTAMENTO DEMOCRATICO. Lei è libero di esprimere i propri pensieri ed esporre le proprie opinioni, come anche io sono libero di esprimere il mio pensiero ed esporre le mie opinioni. Ritengo che sia opportuno, quando vengono date delle informazioni inesatte o parziali poter riportare nella discussione, una fonte documentata se dice cose diverse, intervenendo quando sono certo della fonte. Io non impongo a nessuno il mio pensiero, rilevo un dato documentato e lo offro a chi legge, non è un servizio alla democrazia ? potersi fare una opinione su dati corredati da una fonte o da più fonti ? O il comportamento democratico è “posso dire ciò che mi aggrada tanto in nome della libertà di espressione nessuno mi può correggere” ?
    Preciso ancora che DEMOCRAZIA intende un’altra cosa, mentre il concetto che lei ha espresso del dare libertà o lasciare libertà di espressione attiene più e meglio al COMPORTAMENTO DEMOCRATICO.

    DEMOCRAZIA – Forma di governo in cui il potere risiede nel popolo, che esercita la sua sovranità attraverso istituti politici diversi;
    PAESE RETTO DEMOCRATICAMENTE: La dottrina stessa, come concezione politico-sociale e come ideale etico, che si fonda sul principio della sovranità popolare, sulla garanzia della libertà e dell’uguaglianza di tutti i cittadini
    COMPORTAMENTO DEMOCRATICO : cioè affabile e cordiale, nei rapporti con le persone, determinato soprattutto da rispetto per i loro diritti
    Pace a noi

  7. egregio gatto, torno a ripetere che il saluto con cui solitamente si esprime il consigliere Migliosi non è una benedizione ma un semplice saluto che tutti noi dovremmo fare nostro se non altro per rispetto del Santo che da 800 anni ci dà sostentamento ( finchè non si rompe). Inoltre. se non sai neanche chi amministra la nostra città, ogni altro commento è superfluo. Evidentemente non sei cittadino di Assisi, saresti davvero indegno.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*