Palma d’oro per la pace a Vladimir Putin, a ottobre ad Assisi

Palma d’oro per la pace a Vladimir Putin, a ottobre ad Assisi

Palma d’oro per la pace a Vladimir Putin, a ottobre ad Assisi ASSISI – A tre anni dalla sua ultima visita, Vladimir Putin è pronto a tornare in Italia. La data precisa ancora non c’è, si parla di ottobre. Certo è invece il luogo: Assisi, la città di San Francesco. L’associazione «Assisi Pax» vuole assegnargli la Palma d’oro per la pace. Un riconoscimento che viene dato a capi di Stato e personalità «particolarmente benemeriti per il loro lavoro di pace». L’indiscrezione arriva dal quotidiano polacco Gazeta Wyborcza e dal quotidiano La Stampa.

Leggi anche: Prezydent Rosji Władimir Putin ma otrzymać Złotą Palmę – nagrodę stowarzyszenia Assisi Pax International za wysiłki na rzecz pokoju na Bliskim Wschodzie

La Palma d’oro è un evento ormai famoso nella storia del cammino di pace nel mondo: il 27 ottobre 1986 l’allora Papa Giovanni Paolo II convocò in Assisi i rappresentanti delle varie religioni mondiali per pregare e per attuare un cammino di pace nel mondo. A

l termine dell’incontro che oggi viene ritenuto come fondativo dello “Spirito di Assisi”, il Papa fece dono ad ogni rappresentante delle religioni di una piccola pianta di ulivo in vaso, simbolo di pace che cresce. Per delle restrizioni doganali, la pianta donata al rappresentante americano non poteva essere portata negli Usa e per questo il religioso la donò alla famiglia Laudenzi che poi la regalò ad Assisi Pax che la pose a dimora nel piccolo giardino del convento della Chiesa Nuova, sede di Assisi Pax International.

Da allora, un ramoscello di olivo viene dato, come riconoscimento a chi lavora per la pace. In passato, tra gli altri, il ramoscello d’ulivo è stato consegnato a Mikhail Gorbachev, Ronald Reagan e Benedetto XVI.

 

20 Commenti

  1. Mi auguro sia una fake news……oppure sono cambiati i termini sul concetto di pace che, in ogni caso, va sempre di pari passo con il concetto di democrazia.
    In questo caso diventerebbe difficile definirsi ancora pacifista.

    • IO invece mi auguro che, anche attraverso questi gesti, si comprenda lo spirito che pervade Putin e la Russia intera che, se ancora non lo si è compreso, è molto più europea di quanto lo sia ad esempio, la Turchia. Il pregiudizio nei confronti dei russi risiede nell’equivoco che essi, essendo stati comunisti, mangiano ancora i bambini. A parte che non è mai successo neanche prima, ma quand’è che cresciamo nel nostro termine di giudizio? Quand’è che guarderemo il trave nel proprio occhio, piuttosto che la pagliuzza in quella dell’altro?

      • il problema non è coi Russi, è con Putin. Come fauci a Daren un qualsiasi premio di pace ad una persona che sostiene I’ll regime dittatoriale siriano ( il quale ha recentemente sganciato armi chimiche contro i ribelli, giusto per intenderci) o che ha invaso la Crimea, ignorando leggi della comunità internazionale ? Nessuno sano di mente pensa che i comunisti mangiassero i bambini o meglio ancora, nessuno sano di mente pensa che qualcuno pregiudichi I Russi per tale favola.
        Se qualcuno mangiasse un bambino sarebbe per cannibalismo dovuto a caresite e povertà o a una deviazione mentale di qualche sorta, di certo non perché sia comunista.

    • ti sembra di ragionare? ti sembra che negli Usa ci sia democrazia ? non ti sembra che comandino e governino comunque, qualunque sia il Ricco Presidente eletto i pochi veri padroni del mondo che nessuno vota ma che tutti sono costretti a subire?

    • se obama ha preso il nobel per la pace dopo aver fomentato guerre in tutto il nord africa non vedo perche putin non possa ricevere questa onoreficenza

  2. Siria, «accesso negato a Douma». Pronte nuove sanzioni Usa contro Mosca. Macron: «Russia complice nell’uso di armi chimiche»
    Russia e Siria non hanno ancora consentito alla missione dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac) di entrare a Douma per verificare la notizia di un presunto attacco con armi chimiche: lo ha dichiarato l’ambasciatore britannico in Olanda, Peter Wilson, all’Aja. La delegazione britannica ha denunciato l’impossibilità di accedere al sito che lo scorso 7 aprile sarebbe stato attaccato con armi chimiche dal regime siriano del presidente Bashar Assad. In risposta a quell’azione, nella notte tra sabato e domenica è scattato il raid congiunto di Usa, Francia e Regno Unito contro tre impianti scientifici in Siria.

    • 1^ dovresti condannare semplicemente l’intervento militare completyamente illegittimo e copia moderna della politica delle cannoniere delle potenze occidentali ottocentesche.2^ dovresti sapere che le armi chimiche erano già state cercate in Siria e non trovate;3^ dovresti sapere che isis e ribelli democratici (finanziati dalla splendida Arabia Saudita erano ingrado di produrre quelle armi chimiche. Ultima considerazione l’eserxcito siriano (e per fortuna con l’appoggio russo) sta vincendo su tutti i fronti, sta offrendo in varie enclave, come gesto di pacificazione e per impedire bagni di sangue, oil lasciacondotto per quei ribelli che depongono le armi: Assad è ,oltre che un feroce criminale in un paese che lo sta sostenendo tuttora,un cretino patentato o un criminale come gli americani che a guerra finita e vinta sganciano due bombe nucleari su obiettivi esclusivamente civili facendo in un sol colpo centinaia di migliaia di morti sol per affermare che erano loro i nuovi padroni del mondo?

  3. Tolto i due iettatori qui a fianco mi congratulo con l’associazione di Assisi che mette in atto qualcosa di normale, ma per nulla ovvio nel periodo odierno. Un complimento al loro coraggio e se davvero tornerà Putin in Italia non potrò che andare ad ammirare cotanta abilità.

    • Ti giudichi da solo…dal cognome mi viene da dire: perchè se si sta tanto bene “di là”…non ci torni???????????????

  4. Se hanno dato un premio per la pace a Ronald Regan, questi premi puzzano di carne Umana in putrefazione, fossi in Putin non ci andrei, perchè l’Italia non e per lui un luogo sicuro, un attentato e previsibile, visto che i carnefici U.S.A., hanno dell’Italia un controllo, al di sopra dello stato Italiano, che non e più uno stato sovrano, anzi, non lo e mai stato, anche se gli italioti non lo sanno, l’Itali dal Patto attlantico, fu firmato dalla defunta D.C. che l’Itala e uno stato a sovranità limitata, quindi fidarsi degli Ameri cani, sarebbe grave stupidità

  5. Questo Vladimir Putin?
    https://it.wikipedia.org/wiki/Vladimir_Putin
    Vedere al capitolo “Controversie” i paragrafi “Autoritarismo”, “Culto della personalità”, “Malversazioni”, “Omofobia”.
    Lo stesso accusato di aver fatto fuori la giornalista Anna Politkovskajia, Alexander Litvinenko e diversi altri?
    L’unico concetto di pace che ha quest’uomo è il concetto di “pace eterna”.

    • L’unico concetto che i media occidentali e l’enorme aapparato di disinformazione che accompagna l’esercito americano e l’anacronistico Patto Atlantico hanno diffuso nel mondo su tutti gli uomini e le nazioni che hanno resistito o si sono opposti al potere militare ed economico AMERICANO (MEGLIO DEI CONSGLI DI AMMINISTRAZIONE DELLE MULTINAZIONALI che hanno nel governo americano un vero ed incondizionato sostentamento).

  6. Fonti del tutto neutrali, insomma.

    E spero che non ci sia qualcuno che crede veramente alla buffonata dell’attacco chimico.

  7. Confusione, contraddizioni e … tanta ipocrisia! Sarebbe questo, in sintesi, il mio commento in merito. Ma non riguarda solo il Sig. Putin bensì chiunque, come capo politico o come nazione, avesse avuto tale premio (Se non erro lo avrà tra poco la Merkel …). Leggo che alcuni discutono tra di loro nel blog. Ma non vi accorgete che ci trattano come Roma faceva con la plebe a “panem et circense” e che se ci mettono uno contro l’altro vale il principio “dividi et impera”? Nel nostro dialetto si dice: ma il più pulito c’ha la rogna! Pulizie etniche, venditori di armi, servi dell’audience e della popolarità, riformatori e globalizzatori di facciata e garantisti dello status quo nei fatti. Eco-friendly e salutisti negli intenti e servi delle lobby politiche, economiche e religiose nella realtà lasciando che inquinamento, buco ozono, risorse idriche e alimentari si rovinino e impoveriscano sempre più. Apriamo gli occhi: qualsiasi nazione o leader è così e noi dibattiamo su chi è meglio tra Russia e America … che tristezza!

  8. Aggiungo…che tristezza che solo questo tema (ovviamente importante) trovi tanti personaggi vogliosi di postare i loro commenti…..silenzio quasi assoluto invece tra moltissimi temi locali che meriterebbero di ricevere analisi in quantità…che tristezza!!!!

  9. C’è qualcuno che mi fa vedere foto dell’esercito russo invadere la Crimea perché c’è stato un referendum che ha sancito una volontà della Crimea. Quindi non parlate di annessione.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*