Riqualificazione strade: in I commissione consiliare l’audizione di Chianella e Borghesi

La Commissione è stata anche occasione per affrontare con la Provincia di Perugia i temi posti all’attenzione dal “Comitato per la messa in sicurezza ed il rifacimento del manto stradale della SP 250 di Rocca Sant’Angelo di Assisi”

Riqualificazione strade, in I commissione consiliare l’audizione di Chianella e Borghesi

ASSISI – Risale a lunedì 12 febbraio l’ultima riunione della I Commissione consiliare del Comune di Assisi nella sede di Santa Maria degli Angeli; una seduta molto partecipata in occasione dell’audizione dell’Assessore Regionale ai Trasporti Giuseppe Chianella e della Consigliera Provinciale con delega alla viabilità Erika Borghesi.

Nell’ultimo Consiglio Comunale, con voto unanime dei consiglieri, maggioranza e minoranza avevano infatti richiesto in modo compatto la convocazione della Commissione per tali audizioni “al fine di rappresentare la mappatura delle priorità di intervento riguardanti le S.P. e regionali che insistono nel territorio comunale di Assisi”.

Per tale motivo sono stati invitati a partecipare tutti i Consiglieri comunali oltre agli Assessori ed al Sindaco Stefania Proietti; numerosi i partecipanti.

La I Commissione, presieduta dal Consigliere Federica Lunghi, ha competenze, tra l’altro, in materia di Ambiente e Territorio, Viabilità e Lavori Pubblici, ed in questa occasione ci si è concentrati sul tema della riqualificazione dei piani viabili.

Data la presenza dell’Assessore regionale si sono affrontati anche i temi del trasporto su ferro con particolare riferimento all’Alta velocità e quello dell’aeroporto San Francesco.

“Durante la Commissione – come rendiconta la Presidente Federica Lunghi –  è emerso chiaramente il quadro delle risorse disponibili sia per il 2018 che per gli anni 2019-2023 e l’Amministrazione comunale ha segnalato le criticità del territorio che saranno recepite nella formulazione dei programmi quinquennali”.

In particolare si è appreso che il governo, con la legge di stabilità 2018 ha previsto uno stanziamento di 1 miliardo e 620 milioni di euro per la manutenzione delle strade provinciali italiane in 6 anni, e con decreto dell’11/02 è stata chiarita la ripartizione che vede assegnati nel 2018 in totale alle Province 120 Milioni di euro, mentre dal 2019 al 2023 lo stanziamento sarà di 300 Milioni di euro all’anno.

Nella Provincia di Perugia questo stanziamento statale si traduce in complessivi 24 milioni e 687 mila euro per i 6 anni che sono suddivisi in 1.828.000 euro nel 2018 e poi 4.571.000 euro all’anno dal 2019 al 2023.

A queste risorse statali si sommano quelle Regionali affidate alla Provincia (quasi 10 milioni di euro totali da dividere tra le due Province per i prossimi 3 anni) sia per la gestione delle strade regionali per conto della Regione (70% dell’ammontare erogato) sia per le strade Provinciali (restante 30% del totale), e le risorse proprie della Provincia, la quale negli ultimi 2 anni ha fatto importanti investimenti anche nei mezzi d’opera.

“Nell’immediato, ovvero nel 2018, la consigliera provinciale Erika Borghesi insieme all’ing. Bondi ha – spiega oggi la Presidente della I commissione – hanno illustrato quali lavori prenderanno il via a breve, per la precisione a tarda primavera. Si tratta della SP 247 di S. Egidio tratto 5/A in località Petrignano, della SP 250 Rocca S. Angelo, della SP 251 S. Benedetto, della SP 408 Tordandrea e della SP 410 Cannara (leggasi Castelnuovo). L’intervento – ha aggiunto Lunghi – è previsto a tratti saltuari in base alle risorse attualmente stanziate, e per questo l’Amministrazione comunale ha provveduto immediatamente a segnalare la necessità di ampliarlo estendendolo il più possibile a tutti i tratti deteriorati ed invitando ad evitare eccessivi spezzettamenti”.

L’Assessore regionale e la Consigliera Provinciale hanno precisato che stante l’importante sforzo del governo e quello degli enti da essi rappresentati le risorse non coprono le effettive necessità, la Provincia di Perugia è infatti nona per estensione a livello nazionale ed ha circa 2.000 km di strade totali oltre a 5000 opere d’arte quali ponti, muri di sostegno, barriere paramassi ecc., tuttavia la certezza di risorse quinquennali consente una migliore programmazione e delle stesse con conseguente migliore utilizzo. E per la velocizzazione dell’impiego dei fondi si è anche ipotizzato di approfondire lo strumento dell’accordo quadro revisionato dal nuovo codice degli appalti pubblici.

Con specifico riferimento al Comune di Assisi, il territorio è attraversato da totali 86 km di strade di cui 55 km provinciali ed il resto regionali (la S.S. 444 e la S.R. 147 di Assisi). Appare dunque evidente che le necessità siano importanti e di conseguenza sono numerose le segnalazioni fatte ed è rilevante l’impegno richiesto.

A questi primi interventi provinciali che stanno per partire in tarda primavera (e come detto già dal prossimo anno ci saranno maggiori risorse) si sommano quelli comunali, in particolare il Piano Strade da 450.000 euro approvato nel Consiglio comunale dello scorso 31/07/2017 ed i cui lavori sono iniziati proprio in questi giorni ed il finanziamento previsto nel Bilancio (il cosiddetto Piano strade 2) la cui discussione è prevista al prossimo Consiglio comunale del 26/02/2018.

Il confronto in I Commissione è servito anche per consolidare la sinergia tra Comune e Provincia per la realizzazione parallela degli interventi ed il necessario coordinamento tecnico.

Nella medesima Commissione si è parlato dell’Alta Velocità e del suo sviluppo partendo dalla considerazione che ciò che risultava impossibile un anno fa si è poi invece realizzato e ricordando che la mozione votata all’unanimità dal Consiglio Comunale richiedeva l’arretramento del Frecciarossa da Arezzo a Foligno con fermata ad Assisi.

Citata inoltre l’importanza dell’aeroporto San Francesco per l’incoming turistico ad Assisi.

La Commissione è stata anche occasione per affrontare con la Provincia di Perugia i temi posti all’attenzione dal “Comitato per la messa in sicurezza ed il rifacimento del manto stradale della SP 250 di Rocca Sant’Angelo di Assisi”. L’Amministrazione comunale ha richiesto la presenza della Provincia di Perugia in veste istituzionale e tecnica, insieme ad Umbra Acque e AURI, per la riunione con la popolazione che sarà indetta nei prossimi giorni.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*