Università Telematica Pegaso, inaugurata la nuova sede ad Assisi VIDEO

L'Università Telematica Unipegaso ad Assisi offre una ampia e articolata offerta formativa suddivisa in 5 corsi di laurea Triennali

Università Telematica Pegaso, inaugurata la nuova sede ad Assisi

Università Telematica Pegaso, inaugurata la nuova sede ad Assisi

di Morena Zingales
ASSISI – «Formazione universitaria di grande qualità collegata al mondo delle imprese che dia degli sbocchi lavorativi certi, un’università intrisa di tanta tecnologia moderna che vuole rappresentare un volano di crescita per i territori, con l’impegno di essere sensibile, ma anche autorevole. Ribadiamo con forma tutto il nostro impegno su Assisi». Lo ha detto Danilo Iervolino, Presidente dell’Università Telematica Pegaso, intervenendo al telefono durante la cerimonia di inaugurazione delle sede di San Paolo, 36 ad Assisi.

Grande festa per la comunità assisana. L’Università Telematica Pegaso, riconosciuta dal MIUR attraverso un decreto Ministeriale, riapre ad Assisi una bellissima e prestigiosa sede di esami nel cuore della città serafica. L’inaugurazione della nuova sede è avvenuta oggi e per l’occasione è stato organizzato un convegno dal Titolo “Le imprese ed il ruolo strategico delle Università nelle nuove esigenze formative“.

Guarda il servizio videosu Umbria Journal TV

L’Università telematica Unipegaso ad Assisi offre un’ampia e articolata offerta formativa suddivisa in 5 corsi di laurea triennali, 4 lauree magistrali biennali, 1 laurea magistrale a ciclo unico e oltre 150 Master ed altri corsi.

«E’ un ritorno, questa volta siamo in una location diversa, in questa città bellissima e piena di storia che attira turisti da tutto il mondo». E’ quanto ha dichiarato Elio Pariota, Direttore generale dell’Università Telematica Pegaso, durante il convegno. «Le premesse ci sono per fare bene – ha affermato -, so che ci sono molti studenti che si sono iscritti, noi come Pegaso ci siamo sempre per realizzare quel concetto di università a km 0. Un’università – ha spiegato – che si avvicina alle istanze dello studente e lo accompagna nei percorsi di formazione per formare una sua identità culturale che oggi non può essere data soltanto con la formazione unidirezionale, ma deve avvalersi anche e alimentarsi dai moderni e sofisticati i mezzi di apprendimento di comunicazione a distanza».

La cerimonia è stata aperta con la benedizione della sede da parte del Parroco di Rivotorto, Padre Antonio Petrosino.

Matteo Fortunati ha evidenziato che si tratta di: «Un progetto che abbiamo portato avanti con estrema determinazione, oggi abbiamo un’offerta universitaria differente che va a rispondere a delle esigenze che comunque mancavano. Questa università permette di frequentare le lezioni in modalità telematica, non più la lezione tradizionale frontale ma attraverso un portale per poi sostenere gli esami in sede».

L’Università Telematica Unipegaso ad Assisi offre una ampia e articolata offerta formativa suddivisa in 5 corsi di laurea Triennali: Scienze dell’Educazione e della Formazione L-19; Ingegneria Civile L-7; Scienze Turistiche L-15; Economia Aziendale L-18; Scienze Motorie L-22. 4 Lauree magistrali e biennali: Scienze Pedagogiche LM-85; Management dello Sport e delle Attività Motorie LM-47; Scienze Economiche LM-56; Ingegneria della Sicurezza LM-26. 1 Laurea magistrale a ciclo unico: Giurisprudenza LMG-O1 oltre 150 Master e molti altri corsi.
Per i saluti istituzionali sono intervenuti per la Provincia il Consigliere Federico Masciolini con delega all’lstruzione e il consigliere Luigi Bastiani, come delegato del Sindaco di Assisi. Tra i relatori la dottoressa Annarita Fioroni, Presidente Università dei Sapori di Perugia e Roberto Palazzetti, Presidente Assintel Umbri. Ha moderato l’editore Jean Luc Bertoni. Dopo il convegno un brindisi inaugurale.

Per info e approfondimenti 3207141858

 

1 Commento

  1. Alla inaugurazione di Pegaso si rivede il Consigliere Provinciale Masciolini…..pensavamo fosse uscito dalla scena politica…caro consigliere si è fatto un giro per il territorio per vedere in che stato sono le strade provinciali del Comune di Assisi? O queste cariche sono così inutili ( cosa che pensiamo)che non Le danno nessun potere di intervento neanche per chiedere la manutenzione di una strada? Aspettiamo gentile replica….buon lavoro ( si fa x dire )

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*