Abusò di un 13enne nel 2013, Carabinieri di Assisi arrestano il campano

 
Chiama o scrivi in redazione


Abusò di un 13enne nel 2013, Carabinieri di Assisi arrestano il campano

La Corte di Cassazione ha confermato, lo scorso 18 dicembre, la sentenza di secondo grado con cui la Corte di Appello di Perugia aveva condannato un 67 enne campano alla pena di anni 2 e mesi 9 di reclusione. I militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Assisi, che nel 2013 avevano condotto le indagini, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Perugia, lo hanno rintracciato e tratto in arresto a Terni.

© Protetto da Copyright DMCA

Nel giugno del 2013 l’uomo fu arrestato in flagranza di reato per violenza sessuale aggravata nei confronti di un adolescente 13 enne assisano. Il molestatore, all’epoca sessantenne, fu sorpreso da un parente del ragazzo, nel giardino della casa del minore, a compiere atti sessuali e per questo chiamò i carabinieri che lo rintracciarono poco distante, all’interno della sua roulotte, e lo arrestarono immediatamente. Per quella violenza fu condannato nel 2014, con il rito abbreviato a quattro anni e sei mesi di reclusione.

Le indagini, condotte con la massima riservatezza, misero in luce altri tre episodi e furono raccolte prove per le quali il molestatore campano all’epoca fu deferito all’A.G. competente in stato di libertà. Per questi tre episodi l’uomo fu condannato dal G.U.P. del Tribunale di Perugia, nel giugno del 2018, alla pena di anni 2 e mesi 9 di reclusione. Pena confermata nel dicembre 2019 dalla Corte di Appello di Perugia e diventata definitiva con l’ordinanza della Corte Suprema di Cassazione dello scorso 18 dicembre, con cui è stato dichiarando inammissibile il ricorso presentato dal difensore.

L’uomo è stata rintracciato dai militari grazie ad una complessa ma rapidissima attività investigativa, in una zona montuosa di Terni, in un’abitazione semiabbandonata, dove viveva da solo da quando era uscito dal carcere.

Ora l’uomo si trova presso il carcere di Terni dove sconterà la sua pena definitiva di  2 anni e 9 mesi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*