Assisi, sono 37 le auto “pizzicate” con una targa straniera

 
Chiama o scrivi in redazione


Assisi, sono 37 le auto “pizzicate” con una targa straniera

Assisi, sono 37 le auto “pizzicate” con una targa straniera

© Protetto da Copyright DMCA

Dopo l’entrata in vigore del decreto sicurezza, ad Assisi, sono già 37 le maxi multe e i sequestri amministrativi eseguiti dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Assisi  per le auto “pizzicate” con una targa straniera.  

Dall’entrata in vigore del Decreto Sicurezza, i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Assisi hanno già  intercettato nell’hinterland assisano ben 37 autovetture (berline, suv ed addirittura un pick up Dodge 5500)  con targhe estere  (Austria, Spagna, Repubblica Ceca, Bulgaria e Romania).

Ai conducenti è stato immediatamente notificato un verbale da 712 euro – ma che in casi estremi può raggiungere un massimo di 2.848 euro – con tanto di fermo amministrativo del mezzo e 180 giorni di tempo per mettersi in regola. Alcuni hanno pagato all’istante la multa: 498 euro invece di 712.

Due le alternative: riportare l’auto nel paese di origine  oppure regolarizzare la propria posizione reimmatricolando l’auto in Italia. Altrimenti, scatta la confisca.

Ad oltre 26.000 euro ammonta il totale delle multe già riscosse dai militari della Compagnia di Assisi e sono ben 23 i veicoli già riportati nei Pesi d’origine: alcuni con la bisarca ed altri con la cd. “targa cartone”  cioè una targa provvisoria  rilasciata dagli uffici della Motorizzazione civile per consentire ai proprietari di riportare l’auto nel proprio Paese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*