Assisi, oltre 18 mila euro al comune per telecamere davanti alle scuole

 
Chiama o scrivi in redazione


Assisi, oltre 18 mila euro al comune per telecamere davanti alle scuole

Assisi, oltre 18 mila euro al comune per telecamere davanti alle scuole

Ammonta a oltre 18 mila euro (per la precisione 18.788) il finanziamento del Fondo per la sicurezza urbana assegnato al Comune di Assisi per l’installazione di sistemi di videosorveglianza nei pressi degli istituti scolastici nell’ambito delle iniziative di prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti oltre che degli atti di vandalismo.

La cifra stabilita dal Ministero dell’Interno e arrivata dalla Prefettura di Perugia ha tenuto conto di vari criteri, tra cui anche la  popolazione residente oltre che del progetto di sicurezza presentato dal Comune.

L’Ufficio Tecnico, che si occupa di edilizia scolastica e sta gestendo da questa estate la fase commissariale di riqualificazione delle scuole, ha redatto un progetto che si prefigge di realizzare una infrastruttura in grado di monitorare, tramite un sistema di videosorveglianza, gli accessi di tutti gli istituti scolastici, tranne quelli già dotati di sistema di monitoraggio, anche ai fini del contrasto e prevenzione allo spaccio di droga nelle vicinanze delle scuole e gli atti di vandalismo e bullismo che si potrebbero verificare nelle aree esterne di alcuni istituti.

Le telecamere verranno sistemate nei pressi dell’Istituto secondario di primo grado Alessi, primaria Patrono e istituto Paolo Bonghi, nei pressi del parco pubblico adiacente la scuola Giovanni XXIII,  presso lo stadio e scuola “Fratello Sole” di Rivotorto, nei pressi della Scuola “Sorignani” di Tordandrea.

Il sistema di 8 nuove telecamere è ottimizzato per funzionare anche nelle ore notturne con risoluzione delle immagini visualizzate e registrate. L’intervento permette il controllo del sistema, tramite apposito software da remoto, dal Comando di polizia municipale di Assisi e sarà messo a disposizione delle altre forze dell’ordine.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*