Beccati i parcheggiatori abusivi a Santa Maria, dovranno allontanarsi

 
Chiama o scrivi in redazione


Lotta senza quartiere ai parcheggiatori abusivi a Santa Maria degli Angeli

Beccati i parcheggiatori abusivi a Santa Maria, dovranno allontanarsi Negli ultimi mesi, l’attività di contrasto al fenomeno dei parcheggiatori abusivi ad Assisi da parte del Commissariato, in collaborazione con gli organi di Polizia Municipale, si è ulteriormente intensificata.

Con particolare riferimento alla frazione di Santa Maria degli Angeli, sono stati effettuati numerosi servizi congiunti, da parte della Polizia di Stato e della Polizia Municipale, al fine di contrastare il fenomeno dell’abusivismo specie in aree come quelle limitrofe alla Basilica ed alla Domus Pacis.

In tale contesto, venivano sorpresi 6 cittadini stranieri mentre svolgevano l’attività di parcheggiatori, avvicinandosi ai veicoli per richiedere ai conducenti del denaro in maniera insistente e molesta.

Nei confronti dei sei cittadini nigeriani, tre dei quali residenti nel Comune di Perugia e tre nel Comune di Foligno, sono state contestante nr. 6 violazioni ai sensi dell’art. 7 comma 15 bis del CDS per esercizio abusivo della professione di parcheggiatore, per un valore complessivo di 6000 euro e, con provvedimento del Sindaco, elevati altrettanti Ordini di allontanamento ai sensi dell’art. 10 D.L. nr. 14/17, convertito in Legge nr. 48/17.

Tale provvedimento, emesso dal Sindaco, impone al soggetto che ne è colpito di allontanarsi dall’area per una durata di 48 ore, con l’applicazione di un’ulteriore sanzione nel caso venga violato l’Ordine di allontanamento.

Inoltre, a seguito delle risultanze emerse nel corso dei medesimi servizi, sono stati emanati, dal Questore di Perugia, n. 2 avvisi orali e n. 3 divieti di ritorno nel Comune di Assisi, a carico di altrettanti cittadini di nazionalità nigeriana, identificati nel corso dei su citati servizi.

“L’amministrazione comunale di Assisi – ha dichiarato il Sindaco Stefania Proietti – ha come primario interesse la sicurezza dei cittadini e in tal senso si è mobilitata e intende continuare a farlo. Oltre a tutte le misure di prevenzione e controllo del territorio, ultima delle quali il protocollo per il controllo di vicinato firmato in Prefettura, abbiamo adottato, sin dallo scorso aprile, grazie alla normativa esistente, lo strumento del Daspo Urbano individuando e ampliando le aree di applicazione mediante l’approvazione del nuovo regolamento di polizia locale. In accordo con le
forze di polizia, sono stati così firmati ordini di allontanamento fino a 48 ore. Nel caso di ripetuti abusi, è previsto l’allontanamento per 6 mesi delle persone che li perpetrano.

Tali misure sono applicabili, oltre che ai parcheggiatori abusivi, per prevenire fenomeni legati ad atti contro la pubblica decenza, all’ubriachezza, il commercio abusivo e l’illecita occupazione di aree pubbliche.” L’amministrazione comunale di Assisi, in conclusione, è schierata, senza risparmio di energie e ricorrendo a tutte le misure, prima fra tutte la prevenzione ma anche il Daspo Urbano, nel tutelare la qualità della vita della comunità. Il Sindaco rivolge infine un invito ai cittadini a segnalare e denunciare alle forze dell’ordine ogni caso di illecito che si verifichi nel territorio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*