Cerca di uccidere la madre a Tordandrea, figlio condannato a sei anni

 
Chiama o scrivi in redazione


Cerca di uccidere la madre a Tordandrea, figlio condannato a sei anni

Cerca di uccidere la madre a Tordandrea, figlio condannato a sei anni

Colpì la madre di 82 anni nel sonno con un martello preso dal garage, procurandole fratture multiple alla testa. Un pensionato perugino di 61 anni è stato condannato a sei anni di reclusione (con rito abbreviato). Lo ha stabilito al termine dell’udienza di ieri mattina il gup Piercarlo Frabotta. La notizia è riportata sulla Nazione Umbra.

Il giudice ha escluso l’aggravante della premeditazione e lo ha inoltre condannato all’interdizione dai pubblici uffici e al risarcimento della parte civile riconoscendo alla madre – difesa dall’avvocato Delfo Berretti – una provvisionale immediatamente esecutiva di 30mila euro. Il pubblico ministero Manuela Comodi, in aula aveva invece sollecitato al giudice una condanna ad otto anni.

I fatti sono avvenuti lo scorso anno a Tordandrea, frazione di Assisi, all’interno di un appartamento che madre e figlio condividevano dopo la separazione di quest’ultimo dalla moglie.

L’uomo, pensando che la donna non fosse sopravvissuta ha poi preso l’auto e si è diretto verso la Stazione dei carabinieri di Santa Maria degli Angeli con l’intento di ammettere le proprie responsabilità. Disse di non aver più retto davanti a quei problemi di salute che da tempo affliggevano la madre. Fu arrestato e rinchiuso nel carcere di Capanne con la pesante accusa di tentato omicidio.

La madre subito ricoverata nel reparto di Neurochirurgia in prognosi riservata, ha dovuto subire un intervento chirurgico, ma è riuscita a salvarsi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*