Controlli agli abusivi, la polizia di Stato di Assisi allontana tre persone

Alla Porziuncola, a Santa Chiara e a Bastia Umbra

 
Chiama o scrivi in redazione


Controlli agli abusivi, la polizia di Stato di Assisi allontana tre persone

Controlli agli abusivi, la polizia di Stato di Assisi allontana tre persone

Continuano senza sosta i controlli effettuati dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Assisi che, in questi giorni di affluenza turistica, hanno implementato i servizi per il contrasto alle attività abusive, specialmente davanti ai luoghi di culto, interessati dalla presenza cospicua di numerosi fedeli.

A Santa Maria degli Angeli, nei pressi della Porziuncola, è stata fermata una 53 enne, da tempo stabile sul territorio assisano, con numerosi precedenti di polizia e già destinataria di un DASPO URBANO emesso dal Questore di Perugia intenta all’accattonaggio molesto. Per tale motivo gli agenti le hanno notificato un ordine di allontanamento dall’area ai sensi dell’art. 10 del DL 14/2017.

Ad Assisi, proprio davanti alla porta della Basilica di Santa Chiara è stato fermato un uomo, di origini rumene anch’egli con numerosi precedenti di polizia, residente a Perugia. L’uomo con fare molesto fermava le persone che si recavano in chiesa. Alla vista della volante l’uomo con fare repentino ha indossato il cappello e si è messo in fila per entrare spacciandosi per un fedele, credendo di riuscire a confondersi tra la folla. Gli agenti lo hanno però individuato, bloccato e invitato in Commissariato dove gli hanno notificato un ordine di allontanamento.

A Bastia Umbra, invece, nei pressi della stazione ferroviaria, gli agenti hanno fermato una donna 43enne, di origine rumena ma residente a Perugia, con numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. Gli agenti hanno potuto verificare che la donna stava fermando i passanti soprattutto di sesso maschile e in età avanzata, nel tentativo di adescarli. Anche per lei è scattato l’ordine di allontanamento dall’area.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*