Coronavirus, ad Assisi salgono a 26 i casi positivi, uscite con guanti e mascherina

 
Chiama o scrivi in redazione


Dimissioni Guarducci, minoranza di centrodestra, è la solita recita obbligata

Coronavirus, ad Assisi salgono a 26 i casi positivi, uscite con guanti e mascherina

Ad Assisi sono saliti a 26 i casi positivi rispetto ai 23 di ieri. Lo annuncia il sindaco Stefania Proietti dopo aver ricevuto la comunicazione ufficiale da parte dell’autorità sanitaria competente. Dei 26 colpiti dal Covid-19 (coronavirus), una persona risulta guarita, 5 ricoverati e 20 in isolamento domiciliare. Il sindaco esprime vicinanza alle persone che ancora convivono con il virus e ai loro familiari. E intende continuare a rivolgere con forza l’invito a tutti i cittadini a non muoversi, se non per motivi inderogabili: “Non uscite da casa se non per motivi inderogabili. Solo osservando le misure imposte è possibile contenere la diffusione della pandemia che sta mietendo migliaia di vittime nel nostro Paese.

E’ un momento delicato e difficile per tutti, ma quando si esce per necessità usiamo tutti le mascherine e i guanti, o comunque copriamoci la bocca e il naso con una sciarpa o un foulard, e usiamo la distanza quando incontriamo altre persone. Osserviamo in modo stringente le misure igienico-sanitarie, lavandoci sempre le mani e utilizzando il disinfettante per le superfici”. “Insomma – conclude il sindaco – non bisogna assolutamente abbassare la guardia, il contagio è dietro l’angolo, dobbiamo contenere la diffusione del virus e dobbiamo farlo tutti insieme. Insieme ce la faremo!”.

1 Commento

  1. Il problema è che da tempo non si trovano Alcool, mascherine, guanti, gel igienizzanti validi con presenza di alcool minimo al 70%. Bisogna che la sindaca ci aiuti a trovare quello che occorre per la salvaguardia dal Covid.19 e non dare solo consigli. Nemmeno su Amazon I suddetti prodotti sono agevolmente disponibili. Il comune si renda propositivo anche materialmente per quello che occorre logicamente a pagamento ma dove. Alcuni sono riusciti a trovare il suddetto materiale per raccomandazione e/o conoscenze giuste. Purtroppo così funziona. La sindaca dove ha trovato le mascherine consegnate giustamente all ospedale.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*