Degrado e bombolette spray abbandonate lungo la via Francesca

Degrado e bombolette spray abbandonate lungo la via FrancescaDegrado e bombolette sp Site title Titolo Primary category Separator

da Mauro Loreti
Degrado e bombolette spray abbandonate lungo la via Francesca. Camminando a piedi sulle nostre strade, anche quelle sterrate sulle colline dietro alla città, o sulle vie di collegamento immerse nel verde vicino ai centri urbani, si possono avvistare cose che sono ignote alle sbrigative sbirciate dal finestrino di una auto. Così, sempre più frequentemente, ci si imbatte in cartacce, pezzi di plastica, lattine, bottiglie, oggetti abbandonati, anche di considerevole volume, a volte ci si trova di fronte veri e propri cumuli di cianfrusaglie, ciarpami, paccottiglie. Tutte queste manifestazioni del degrado delle nostre menti, prima ancora che del nostro meraviglioso paesaggio, hanno lo stesso comun denominatore: sono coltellate sferrate al cuore della nostra Terra Santa.

Ricordo che la natura impiega tre anni per degradare appena un pezzo di carta. Non parliamo poi della latta, la quale può essere assimilata all’humus terreste non prima di 500 anni; per la plastica ci può volere anche 1000 anni, e per il vetro ben 4000 anni.

In questo servizio ci si riferisce al cumulo di rifiuti, soprattutto bombolette, che ormai da mesi e mesi stanno marcendo sul lato destro della via Francesca nei pressi di Rivotorto (coordinate 43.052860, 12.617771).

E’ la strada che da San Damiano conduce a Rivotorto; Francesco la percorreva spesso quando dimorava nel Tugurio; seguendo il corso del Rivo risaliva da qui ogni settimana la collina per andare a predicare in città. Questo materiale evidentemente qualcuno l’ha già notato, infatti è circondato dal nastro segnaletico, ma nessuno più a pensato a rimuoverlo in sicurezza. Speriamo che ciò avvenga prima che la ruggine corroda, se già non l’ha fatto, le bombolette, facendone uscire il contenuto che probabilmente inquinerebbe ulteriormente il terreno circostante.

L’invito è quello a rinsavire, di pensare che questa è casa nostra e dobbiamo mantenerla pulita. Non contaminiamo con le nostre sozzure la Terra Santa su cui Dio ci ha dato l’onore di camminare!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

1 Commento

  1. Credo che il suo invito a rinsavire caro dott.Loreti rimarrà lettera morta come si dice. Se non si prendono provvedimenti seri come installare telecamere o predisporre una vigilanza più assidua e colpire i negligenti con pesanti sanzioni così da scoraggiare chi volesse riprovarci credo proprio che questa ignobile abitudine di scaricare rufiuti nei posti più disparati non la toglieremo mai a chi non ha rispetto per la natura e per gli altri.Quindi pugno duro da parte di chi è preposto a vigilare. Visto che ci siamo volevo sottolineare che via Francesca è molto transitata da veicoli che spesso la confondono con un circuito di formula 1 per la velocità che portano ed essendo stretta i pedoni rischiano ogni volta di essere investiti. Caro assessore e vicesindaco Stoppini che ne dice se ogni 15 gg una pattuglia della locale Polizia municipale si mettesse li con autovelox e ricordasse a questi provetti piloti che devono rispettare i limiti di velocità? Le saremmo veramente grati. Vedrà che dopo 20 multe la voce si diffonderà e forse ci staranno più attenti x la felicità di chi transita a piedi e di chi rispetta le regole. Grazie

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*