Denunciato richiedente asilo faceva parcheggiatore abusivo è decreto sicurezza

Applicato per la prima volta il decreto ad Assisi

 
Chiama o scrivi in redazione


Denunciato richiedente asilo faceva parcheggiatore abusivo

Denunciato richiedente asilo faceva parcheggiatore abusivo è decreto sicurezza

È la prima volta che il provvedimento viene applicato ad Assisi. Giro di vite sui parcheggiatori abusivi, che potranno addirittura finire in carcere in due casi: se nell’attività sono impiegati minori o se il soggetto è recidivo. Un 21enne nigeriano è stato denunciato dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Assisi per il reato di attività abusiva di parcheggiatore. Durante il blitz, attivato a seguito di numerose segnalazioni pervenute al 112, l’uomo è stato sorpreso dai militari domenica mattina all’interno del parcheggio adiacente la Basilica Papale Porziuncola di Santa Maria degli Angeli, mentre era intento ad indicare un posto libero ad un automobilista.

Alla vista dei Carabinieri, si è messo in fuga: i militari sono scesi,  lo hanno rincorso, bloccato e condotto in caserma. Dai controlli il 21enne è risultato regolare sul territorio, ma è stato comunque denunciato.

Con il decreto sicurezza è arrivata una stretta per i parcheggiatori abusivi che potranno addirittura finire in carcere in due casi: se nell’attività di parcheggiatore abusivo sono impiegati minori o se il soggetto è recidivo, infatti il nigeriano era già stato sanzionato, come parcheggiatore abusivo, l’ultima volta un mese fa, ma era già stato sorpreso ad effettuare l’attività illecita anche nel giugno e nell’agosto del 2018. In questo caso potrà essere applicata la pena dell’arresto da sei mesi a un anno e dell’ammenda da 2 mila a 7 mila euro.

Nei suoi confronti è stata avviata anche la procedura per l’emissione del Foglio di Via dal Comune di Assisi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*